Sport

“Ripetiamo la prestazione fatta contro la Juve”. E Cosmi saluta Mesbah

Il tecnico del Lecce convoca 20 calciatori per la delicata trasferta di Firenze: recupera Di Michele, dubbio Obodo, nell'elenco tre portieri, ma "per precauzione". E su Mesbah: "La settimana prossima andrà al Milan"

LECCE – L’imperativo è mettere in campo lo stesso atteggiamento avuto contro la Juventus capolista, con la categorica esigenza di scrivere, tuttavia, un finale diverso. Contro la Fiorentina dell’ex allenatore tanto rimpianto, Delio Rossi, per il Lecce di Cosmi non esistono alibi né alternative. Tre punti da cercare col coltello tra i denti, come se si giocasse la partita della vita, perché il gap delle nove lunghezze dal posto utile per restare nella massima serie non lascia spazio ai calcoli.

Voleva un Lecce che trovasse il “demone” della disperazione Cosmi, quando ha abbracciato questa esperienza, nel primo giorno da mister dei giallorossi: la disperazione c’è, ora serve tirare fuori il demone, ossia quel fuoco agonistico, in grado di ripescare una salvezza ormai dai contorni drammatici. Con lo spirito assunto contro gli uomini dell’ex Conte, secondo Cosmi, contro i viola, appena usciti dall’ennesima settimana a due volti (col successo pieno di Novara e gli tre schiaffi di Coppa Italia con la Roma), si può far bene.

Ma al Franchi, i salentini dovranno fare a meno di Mesbah, ormai in procinto di passare ai campioni d’Italia del Milan di Allegri. A “congedare” l’esterno, protagonista di numerose battaglie in giallorosso, è lo stesso Cosmi, che decide di non convocarlo e che non lascia dubbi circa il futuro: “Mesbah non fa parte dei convocati perché, anche se non c’è nulla di ufficiale, all’inizio della prossima settimana dovrebbe trasferirsi al Milan e poi perché la moglie aspetta ad ore un figlio”. Porta, invece, tre portieri a Firenze, ma, come chiarisce il tecnico “solo per precauzione”. Quindi, Cosmi fa il punto sulle situazioni personali dei singoli che compongono la rosa, col dubbio Obodo, che va valutato domani, in quanto “lamenta una dolenzia al ginocchio”. Di Michele, però, ci sarà: “Ha ripreso appieno dopo essere stato a riposo ieri per una contusione”.

Inevitabile, però, fare il punto sul mercato, visto che ormai è sotto gli occhi di tutti la necessità di una scossa nella squadra e di un miglioramento dei reparti. Ma il ritornello della settimana, ribadito dai rappresentanti societari, è stato l’invito alla prudenza. E sebbene qualcuno si attendeva prima della sfida contro i viola, qualche colpo, bisognerà attendere almeno un’altra settimana, per capire bene che prospettive ci siano per le operazioni in entrata. Il mercato resterà comunque difficile, nonostante i nomi che circolano, ultimo fra tutti il terzino campione del mondo Fabio Grosso.

“Credo che qualcosa si possa sbloccare – ha chiarito Cosmi - all’inizio della prossima settimana. Siamo in una situazione dove per esserci un’entrata ci deve essere un’uscita, questo non significa, però, indebolirsi. Voglio dei giocatori pronti, che non abbiano bisogno di tempo per calarsi nella nostra realtà. Giocatori pronti a dare il loro contributo e che, magari, possano stimolare chi in questo momento non è al massimo a livello di autostima”.

“A Firenze – ha proseguito - dovremo limitare l’avversario, come abbiamo fatto contro la Juventus. A parte il gol subito, contro la Juventus abbiamo interpretato bene la fase difensiva”. E sugli avversari, il tecnico non ha dubbi: “Mi aspetto una Fiorentina sicura delle proprie qualità, che è ripartita dopo dei momenti difficili con un nuovo allenatore. Ho seguito per un’ora la gara di Coppa della Fiorentina ed ho visto una grande squadra, sono rimasto impressionato dalla qualità del gioco e dalla condizione fisica, con un Jovetic straripante”.

I convocati per la sfida di Firenze sono in tutti venti. Questo l’elenco completo dei calciatori, arruolati da Cosmi: Andrea Esposito, Juan Cuadrado, Christian Obodo, Daniele Corvia, Ruben Olivera, Stefano Ferrario, Edward Ofere, Souleymane Diamoutene, David Di Michele, Guillermo Giacomazzi, Bryan Bergougnoux, Carlos Grossmuller, Ignacio Piatti, Luis Muriel, Davide Petrachi, Julio Sergio, Davide Brivio, Nenad Tomovic, Cristian Pasquato, Massimiliano Benassi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ripetiamo la prestazione fatta contro la Juve”. E Cosmi saluta Mesbah

LeccePrima è in caricamento