Sport

Riscatto e affermazione. Le due voglie dei giallorossi

Oggi il rompete le righe in Friuli ma la prossima settimana di nuovo a sudare sull'Appennino tosco-emiliano. Positivo il bilancio di questa prima parte ma a Di Francesco servono ancora tre rinforzi

DifraIpiano

LECCE - Si è conclusa oggi la prima fase del ritiro pre-campionato in quel di Tarvisio, oramai sede tradizionale per la preparazione alla nuova stagione calcistica. Il Lecce, in Friuli, si è allenato intensamente, disputando quattro amichevoli. Ieri l'ultima, contro la Sacilese, l'unica formazione in grado di bucare la rete giallorossa, seppur una volta sola. Ma, gol e risultati a parte - che del resto hanno una valenza quasi nulla considerato il rango degli avversari - è il momento di fare un primo, provvisorio bilancio.

Le operazioni di mercato sono tutt'altro che concluse. Il Lecce ha bisogno di sfoltire la rosa, ha dichiarato il ds Osti, e bisogna vedere in che termini lo farà. Se dovesse partire Mesbah, ad esempio, è naturale che l'algerino andrà rimpiazzato adeguatamente. Non è detto comunque che il laterale mancino non possa rimanere ancora un'altra stagione in giallorosso. Nonostante qualche apprezzamento ricevuto, per lui non c'è stata alcuna vera trattativa e il Lecce non è certo intenzionato a svenderlo. Anche perché il giocatore pare destinato ad un'ulteriore crescita complessiva, a coronamento dei vistosi progressi sia dal punto di vista tecnico che tattico registrati nel Salento nelle ultime due stagioni.

Sul fronte dei nuovi arrivi, sia Strasser che Obodo si sono fatti vedere poco ma hanno impressionato: il primo perché, lussazione alla spalla a parte, ha confermato di avere i numeri per ben figurare nella massima serie (dove col Milan ha collezionato 5 presenze ed 1 gol); il secondo, dopo i primi allenamenti e l'amichevole di ieri, impreziosita dalla rete del definitivo 2 a 1, sembra poter superare quella fragilità fisica che ha trasformato in autentici calvari le sue ultime stagioni. Sono impressioni, certo, ma di questo si vive nei mesi estivi.

Un discorso simile può essere fatto per Carrozzieri che però di esperienza ne ha da vendere. Per il 31enne abruzzese quella che il Lecce gli sta offrendo è l'ultima possibilità di riabilitazione sul palcoscenico del grande calcio, dopo le note squalifiche per il calcio scommesse e la positività ad un metabolita della cocaina. Incidenti di percorso che hanno bloccato una carriera che sembrava avviata ad un sicuro successo.

A Fanano, sede della seconda parte del ritiro, il Lecce troverà un portiere che non ha bisogno di presentazioni, Julio Sergio Bertagnoli, 33 anni, brasiliano. Messo in disparte da Luciano Spalletti - che lo definì "il miglior terzo portiere del mondo" -nella prime tre stagioni alla Roma, l'estremo ha fatto il suo esordio in serie A all'inizio della stagione 2009-2010, guadagnandosi la stima di Ranieri e un rendimento quasi sempre al top per tutto l'anno, tanto da meritarsi il prolungamento del contratto. Ma il suo idillio con la Roma, atteso lungamente, si rompe quando Montella, divenuto il tecnico dei capitolini, gli preferisce Doni. Anche la sua storia, in fondo, ha come minimo comun denominatore con quella di Carrozzieri e Obodo la voglia di riscatto.


C'è poi l'entusiasmo di mister Di Francesco che ha confermato quanto di buono si diceva sul suo conto: idee tattiche molto precise, preparazione maniacale del lavoro, rapporto aperto con lo spogliatoio ma nel rispetto dei ruoli. Voglia di affermarsi e voglia di riscattarsi: su questo doppio versante si giocherà il campionato del Lecce. Fermo restando che, grosso modo, mancano ancora all'appello un centrale, un esterno di sinistra - soprattutto se dovesse andar via Mesbah - e un attaccante, posto che Cacia dovrebbe essere ceduto appena la società troverà un acquirente disposto a sborsare quanto richiesto dai dirigenti giallorossi. Intanto i margini per un ritorno di Bertolacci nel Salento stanno diventando più consistenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riscatto e affermazione. Le due voglie dei giallorossi

LeccePrima è in caricamento