Sport

Rizzo sfida il pericolo squalifica: Mancosu e Torromino dall'inizio

Contro la Fidelis Andria, il tecnico del Lecce ha bisogno di riportare a regime i calciatori che hanno giocato meno nelle ultime settimane

Roberto Rizzo in conferenza stampa.

LECCE - "Ho così tanti pensieri che questo è l'ultimo" risponde mister Roberto Rizzo a chi gli chiede come vivrà il ritorno al Via del Mare  a dieci anni di distanza dall'ultima volta come allenatore del Lecce. In effetti il tecnico dei giallorossi ha motivi di preoccupazione: il principale è racchiuso in alcuni appunti che porta con sè in sala stampa, alla vigilia dell'ultima gara della stagione regolare, domani alle 17.30 contro la Fidelis Andria.

Mancosu, Torromino, Cosenza, Giosa, Drudi, Caturano: sono i calciatori che devono riprendere confidenza con il ritmo partita perché, per vicissitudini varie, negli ultimi tempi hanno giocato davvero poco. Dopo il match con gli andriesi trascorreranno altre due settimane fino alla prima sfida del play-off e il tecnico ha necessità di riportare i suoi ragazzi, per quanto possibili, a livelli adeguati dal punto di vista fisico e mentale. 

Mancosu è tornato in campo domenica scorsa a Pagani dopo due mesi di assenza per infortunio: è un elemento fondamentale dello scacchiere, lo ha dimostrato con i fatti, ma potrebbe esserlo ancora di più nel tipo di gioco che Rizzo sta cercando di trasmettere ai suoi ragazzi, basato su verticalizzazioni e profondità. Rizzo è intenzionato a schierarlo dal primo minuto, e come lui anche Torromino, quest'ultimo al posto di Doumbia che durante la settimana ha avuto qualche problema fisico. Ma c'è un ulteriore problema: su entrambi, così come su Agostinone, incombe anche il rischio della squalifica per l'esordio nei play-off, il 21 maggio, nell'andata degli ottavi di finale.

Correrà il rischio, l'allenatore del Lecce, davanti a un avversario affamato di punti utili per agganciare in extremis i play-off: "Non sarà una amichevole di fine stagione, noi daremo battaglie per quelle che adesso sono le nostre possibilità", ha assicurato Rizzo. Dopo la partita di domani il Lecce dovrebbe riprendere gli allenamenti subito, comunque entro martedì: "Nessuno andrà a casa - ha spiegato il tecnico - perché dopo ogni partita ci sono problemi da gestire e io voglio che siano tutti a Lecce, poi magari saranno liberi nel prossimo fine settimana".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rizzo sfida il pericolo squalifica: Mancosu e Torromino dall'inizio

LeccePrima è in caricamento