Rugby: il Treputium vince a mani basse

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Trepuzzi, 17 novembre 2019 Ritorna alla vittoria il Treputium fra le mura amiche, partita a senso unico mai in discussione, già alla fine del primo tempo i locali avevano realizzato cinque mete assicurandosi il bonus. Primo Tempo: il Treputium parte bene e già al 3° minuto realizza la prima meta con Konaté trasformata da Nestola, poi il pallino del gioco rimane sempre in mano ai leccesi che vanno ancora in meta al 15° con D'Oria, al 24° e 39° con Spedicato e al 36° con Origone tre trasformate da Nestola.

Il primo tempo termina con il punteggio di 33 a 0. Secondo Tempo: la musica non cambia anche se il ritmo in campo si abbassa, il Treputium realizza altre sei mete 7° e al 26° con D'Oria, al 17° con Solazzo, al 21° con Origone al 30° con Nestola e in chiusura con Mariano tre delle mete vengono trasformate da Nestola. Il risultato finale è 69 a 0 per i locali. Il tecnico Perrone dichiara siamo ancora lontani dalla condizione fisco-tattica ottimale ma comunque si iniziano a vedere dei movimenti provati in allenamento ed è molto importante non aver subito punti.

R. Potenza Draghi Bat N.D. Treputium Appia R. 69 a 0 mete 11 a 0 Panthers R.T. R.U. Santeramo 0 a 87 mete 0 a 15 A. Bitonto T. Bari 1980 0 a 20 rinuncia mete 0 a 4 R. Corato Asd Foggia 7 a 50 mete 1 a 8 Classifica: Bari 20; Treputium 15; Draghi BAT 10; Appia Brindisi, Foggia e Santeramo 7; Corato 5; Potenza 1; Panthers e Bitonto -4.

Torna su
LeccePrima è in caricamento