Run Hackney half marathon: tre salentini "conquistano" il Regno Unito

Parla salentino una delle gare più attese del panorama europeo: la "Run Hackney half marathon", che alla sua prima edizione ha fatto registrare oltre undicimila iscritti da tutta Europa. Tra gli uomini ottime prestazioni di Francesco D'Elia e Franzi Roselli, tra le donne brilla Maria Gargiulo

LECCE – Parla salentino una delle gare più attese del panorama europeo: la “Run Hackney half marathon”, che alla sua prima edizione ha fatto registrare oltre undicimila iscritti provenienti da tutta Europa. Disegnata nel London Borough of Hackney, un borgo di Londra nella parte nord-est della città, la gara fa parte del circuito delle cosiddette “Vitality run series”, che riunisce le otto più interessanti e prestigiose competizioni del Regno Unito. Un circuito in cui la sfida personale, e la voglia di centrare proprio obiettivo da raggiungere si uniscono al sociale a alle varie fondazioni che fanno da cornice agli eventi, finanziando centri di ricerca contro il cancro, la cura delle disabilità e il supporto ai  ragazzi che cercano, attraverso lo sport, di superare le barriere che la vita ha posto dinanzi a loro.

Una cornice davvero speciale dal punto di vista umano e paesaggistico, che ha condotto i corridori a percorrere 21,097 chilometri attraverso uno dei borghi più verdi di Londra, tra un pubblico entusiasta e festante. Tra gli uomini, come detto, ottime prestazioni di due leccesi: il professor Francesco D’Elia (una vita spesa a insegnare e praticare sport) e Franzi Roselli, che hanno chiuso la gara con il tempo di 1.27.32. Un tempo ex aequo che sottolinea l’avventura di una mezza maratona corsa insieme, nel segno dell’amicizia e dello spirito di squadra, concetti fondamentali dello sport, anche e soprattutto in un gara a che ha attraversato alcuni dei luoghi che hanno ospitato le Olimpiadi londinesi del 2012.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due atleti dell’Asd Gpdm, società leccese fondata e presieduta da Simone Lucia, hanno chiuso al 167esimo posto, classificandosi rispettivamente settimo e ventiduesimo di categoria. Risultati davvero eccellenti in una gara che ha visto al via atleti professionisti provenienti da tantissime nazioni. Tra le donne spicca il tempo di Maria Gargiulo, podista del Cus Lecce, che con 1.35.50 si è classificata seconda di categoria ed è entrata di ritto nella ristretta cerchia delle atlete premiate. Tre storie e tre prestazioni che hanno portato a far brillare ed eccellere anche oltremanica i colori dello sport salentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento