Il Lecce manca l’appuntamento con i tre punti fuori casa. Salernitana sola al comando

Contro il Savoia pareggio a reti bianche. Le occasioni non sono mancate, ma la manovra non ha prodotto accelerazioni e il muro dei padroni di casa ha retto. Un'espulsione per parte nel secondo tempo: Salvi, doppia ammonizione in due minuti

Santurro ha appena deviato un tiro di Carrozza (foto Chilla).

LECCE – Non è stata Torre Annunziata il luogo del cambio di marcia. Il Lecce torna dalla Campania con un pareggio che muove la classifica ma che non può essere archiviato con troppa soddisfazione perché almeno dal punto di vista del gioco la manovra ha vissuto lunghe fasi di stallo: se è vero che contro una squadra che gioca con dieci uomini costantemente dietro la linea del pallone è difficile trovare varchi, non si può ignorare il fatto che quello del Savoia sarà più o meno l’atteggiamento di tutte le formazioni in lotta per la salvezza.

In una partita per lunghi tratti compassata, per altri vivacizzata da brevi accelerazioni, le occasioni da goal non sono comunque mancate ai giallorossi e almeno in due episodi – su Carrozza nel primo tempo e su Papini al 90’ – il portiere Santurro è stato decisivo. Anche Della Rocca ha avuto la possibilità di sbloccare il tabellino in un paio di circostanze ma la difesa se l’è cavata in extremis. Notevole anche un tiro dalla distanza di Carini sul quale l’estremo ospite è stato bravo a deviare in corner.

D’altra parte, non bisogna dimenticarlo, anche i locali hanno avuto la possibilità di passare in vantaggio, in chiusura di primo tempo con Sabatino, abile a lasciarsi alle spalle Martinez per raccogliere un passaggio filtrante di Scarpa ma impreciso nella conclusione a pochi metri da Caglioni. E al 71’ anche l’ex Cipriani ha fallito una buona opportunità con un tiro sbilenco.

Il Lecce è sceso in campo senza Doumbia, reduce da affaticamento, con Lopez e Carrozza come esterni di un centrocampo a cinque e Mannini interno. Dopo 18 minuti Abruzzese, che già venerdì scorso era stato costretto ad abbandonare il campo, ha lasciato il posto a Carini. Ancora prima, al 9’, Checcucci aveva rilevato l’infortunato Laezza.

La seconda sostituzione del Lecce è arrivata al minuto 53: dentro Moscardelli per Miccoli – anche in previsione dell’impegno di sabato contro la Paganese – ma la prova dell’ex bolognese è stata subito condizionata dall’espulsione di Salvi che nel giro di due minuti ha rimediato due cartellini gialli, il secondo per simulazione. Lerda ha quindi inserito Filipe Gomes per Carrozza, passando ad un 4-3-2 che ha puntellato il centrocampo ma che ha finito inevitabilmente per limitare i rifornimenti aerei dalla fasce. Quando l’arbitro, Pagliardini di Arezzo, ha ristabilito al 75’ la parità numerica con la seconda ammonizione per Checcucci, mister Bucaro ha inserito Cremaschi per Gallo rinunciando di fatto ad ogni velleità offensiva.

I salentini ci hanno provato fino alla fine a vincere la partita ma, un po’ per sfortuna, un po’ per approssimazione, si sono dovuti accontentare del pareggio.

Il tabellino di Lecce – Savoia 0 a 0

SAVOIA: Santurro, Laezza (10’ Checcucci), Sabatino, Rinaldi, Calzi, Di Nunzio, Malaccari, Sanseverino, Di Piazza (65’ Cipriani), Scarpa, Gallo (78’ Cremaschi). A disposizione: Gragnaniello, Sevieri, D'Appolonia, Del Sorbo. Allenatore: Bucaro

LECCE: Caglioni, Martinez,  Sacilotto, Abruzzese (18’ Carini), Lopez, Mannini, Papini, Salvi, Carrozza (58’ Filipe Gomes), Della Rocca, Miccoli (53’ Moscardelli), A disposizione: Chironi, Donida, Rosafio, Rullo. Allenatore: Chini (Lerda squalificato)

Espulsi: Salvi 57’, Checcucci 75’

Ammoniti: 24’ Papini, 49’ Sacilotto, 48’ Checcucci,  49’ Gallo, 55’ Salvi , 77’ Mannini

Arbitro: Pagliardini di Arezzo

Gli altri risultati della quinta giornata: Reggina – Barletta 0 a 0; Paganese – Messina 1 a 0; Foggia – Aversa 0 a 0; Catanzaro – Matera 1 a 2; Melfi – Vigor Lamezia 1 a 2;  Martina – Juve Stabia 2 a 2; Lupa Roma – Benevento 1 a 1; Isolaverde – Salernitana 0 a 1; Casertana - Cosenza 1 a 0.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La classifica: Salernitana 13; Benevento, Lupa Roma 11; Catanzaro 10; Matera 9, Vigor Lamezia, Lecce, Juve Stabia, Casertana 8; Barletta 7; Reggina, Savoia e Foggia 5; Paganese, Messina 4, Isolaverde, Melfi, Aversa 3; Martina, Cosenza 2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento