Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Con la testa alla Virtus Francavilla Us Lecce e cronisti salutano il Natale

Consueto scambio di auguri tra dirigenti e giornalisti sportivi. Ma per tirare il fiato è presto: sabato sera impegno difficile prima della sosta

Da sinistra Meluso, Liverani e Sticchi Damiani.

LECCE - Consueto scambio di auguri tra i cronisti e fotografi sportivi e l'Us Lecce, tra la consapevolezza di aver fatto un buon lavoro e la speranza di raccoglierne i frutti a giugno. Si sta sulla stessa barca, infatti, anche se i ruoli impongono coinvolgimenti e responsabilità diverse. 

Così la rituale cerimonia - al Vita Ristorante Lounge - diventa anche un momento di bilanci, per chi scrive e per chi dirige un'organizzazione complessa quale una società di calcio professionistico, tra l'altro in una piazza particolare come Lecce: per il club giallorosso c'erano il presidente Saverio Sticchi Damiani, il vice presidente Stefano Adamo, l'amministratore delegato Alessandro Adamo,  il direttore generale Giuseppe Mercadante, il direttore sportivo Mauro Meluso e il tecnico, Fabio Liverani, oltre al prezioso addetto stampa Andrea Ferrante. 

Il decano dei giornalisti sportivi, Elio Donno - da 64 anni al seguito del Lecce - ha parlato a nome di tutti i colleghi, riconoscendo alla dirigenza una professionalità, una capacità di organizzazione e una generosità nel rapporto con i tifosi e la città nient'affatto scontate. Naturalmente l'auspicio per tutti è che a fine stagione si possa festeggiare nuovamente, insieme ai tifosi che da sei anni attendono il ritorno in serie B. Il primato in classifica certifica che il percorso intrapreso è quello giusot, ma la strada è ancora lunga e il primo ostacolo, sabato sera, si chiama Virtus Francavilla, una squadra in buona salute - è quinta con 28 punti - e che al Lecce ha sempre dato un tremendo fastidio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la testa alla Virtus Francavilla Us Lecce e cronisti salutano il Natale

LeccePrima è in caricamento