Sport, turismo e solidarietà: un successo chiamato Maratona del Barocco

L'imprenditore Roberto Fatano e il presidente dell'Asd Gpdm Simone Lucia hanno illustrato i risultati dell'evento

LECCE - Ci sono eventi destinati a cambiare la storia di una città a segnarne il destino e a tracciare una nuova era. Eventi come la Maratona del Barocco, un successo nato dall’incontro tra un sognatore come Simone Lucia, presidente dell’Asd Gpdm Lecce (società organizzatrice), animato da una grande e irrefrenabile passione, e un imprenditore “illuminato” e mecenate dello sport come Roberto Fatano, patron dell’omonima azienda. Non è un caso, infatti, che la maratona sia stata dedicata come primo memorial ad Antonio Fatano, padre di Roberto e uno dei promotori di un’azienda ormai leader a livello europeo, da sempre promotrice del binomio tra attività sportiva e corretta alimentazione. “Ringrazio Simone Lucia per il lavoro e l’impegno profuso per realizzare questo grande successo – ha spiegato con entusiasmo l’imprenditore – , frutto dell’unione di sport, solidarietà, comunità, sviluppo e promozione del territorio”.

Il bilancio della manifestazione è stato illustrato in una conferenza stampa dal presidente della Libera Associazione delle Imprese e degli imprenditori del Salento Roberto Fatano e dal responsabile di LaicaSport Simone Lucia. La prima Maratona del Barocco non solo ha riportato a Lecce, dopo quasi mezzo secolo, la gara regina dell’atletica, ma ha anche lanciato il capoluogo salentino tra le grandi capitali europee dello sport. La città, infatti, ha accolto al meglio i circa mille podisti al via della gara, provenienti da quasi tute le regioni d’Italia e appartenenti a oltre 200 società. Un evento di portata nazionale, con una prima edizione davvero spettacolare. Una vera festa di popolo che ha coinvolto gran parte della cittadinanza. Al di là dell’aspetto prettamente sportivo, la maratona è stata una vetrina importante per la città, creando un indotto notevole dal punta di vista ricettivo e turistico. In tanti hanno approfittato della gara per trascorrere nella città barocca alcuni giorni di vacanza con le famiglie, centinaia di persone che hanno affollato le strutture ricettive e i locali della città, rimanendo incantati dalle bellezze del capoluogo salentino. 

“Quello che era un sogno è diventata una splendida realtà – ha spiegato Simone Lucia –, e per questo ringrazio tutti coloro che hanno lavorato duramente per realizzare questo evento. In particolare la famiglia Fatano e tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto e aiutato, il sindaco e le istituzioni per aver creduto in questo progetto, i volontari, la cittadinanza per aver partecipato in maniera fattiva e tutti coloro che hanno partecipato alla gara”. Lucia ha inoltre illustrato, alla presenza dell’imprenditore Paolo Pagliaro, il risultato della raccolta fondi per il progetto Cuore Amico: “Nel salvadanaio abbiamo già raccolto circa mille e 500 euro, grazie alle iscrizioni della gara non competitiva, cui aggiungeremo il ricavato di un altro evento previsto per il 6 gennaio”. “Ringrazio Simone Lucia per ciò che ha fatto per Cuore Amico e per il Salento – ha commentato Pagliaro –, e sono felice del nostro incontro. Ne approfitto per lanciare una proposta, quella di realizzare il prossimo anno un piccolo percorso per i bambini della nostra associazione”. 

Il presidente di LaicaSport ha poi annunciato la nascita del “Trofeo città di Lecce”, che combinerà la “Corri a Lecce”, l’ormai celebre mezza maratona internazionale, alla seconda edizione della Maratona del Barocco: “Sarà un’occasione per promuovere ancora di più le nostre gare e il nostro bellissimo territorio, e creare un circuito sportivo avvincente”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo ricevuto tanti complimenti e anche qualche critica – ha commentato Lucia –, da qui vogliamo partire per realizzare una seconda edizione ancora più bella e indimenticabile. Stiamo già lavorando a un nuovo percorso e una nuova organizzazione per risolvere tutte le piccole lacune che un evento così importante, specie alla prima edizione, inevitabilmente comporta. Il nostro obiettivo è lanciare la nostra città e la nostra maratona nel panorama delle più belle e più importanti. Lo faremo come sempre con impegno, passione e sacrificio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento