Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

Rugby: Svicat parte male poi sfiora l’impresa. La Partenope si impone per 32 a 25

Partenza a razzo degli ospiti che si portano avanti di 22 lunghezze prima della meta di Andrea Forte. Nella ripresa i salentini ripartono con slancio e sfiorano il recupero. Soddisfatto il patron Fabrizio Camili: "Siamo una grande squadra"

LECCE - La Svicat Lecce perde in casa contro la Partenope al termine di un match ricco di spunti agonistici e tecnici. I campani partono a razzo e si portano sul 22 a 0. I primi punti per i salentini arrivano grazie alla meta di Andrea Forte, abile a capitalizzare una bella azione del pacchetto di mischia. Il primo tempo termina dunque 22 a 5 per gli ospiti.

L’avvio di ripresa è tutto di marca Svicat:  prima i  trova tre punti con Gert Peens su calcio piazzato , poi una meta con Simone Rapanà, subentrato all'infortunato Mirko Corbascio. Sul 13-22 la Partenope prova a ristabilire le distanze e ci riesce grazie a tre punti da piazzato. La quarta meta di giornata dei biancazzurri arriva dopo un altro calcio riuscito a Peens e la Partenope si porta sul 18-32. Ma i ragazzi del patron Camilli non hanno intenzione di arrendersi e con Davide Signore trovano un’altra meta, cui segue la trasformazione di Peens.

Il finale di gare vede i generosi tentativi portati dalla Svicat, ma il tabellino rimane fermo fino al fischio finale. Al termine del match il presidente Camilli ha commentato la prestazione dei suoi ragazzi affermando che "la Svicat è una grande squadra, capace di non farsi mettere i piedi in testa da nessuno, nemmeno dalla capolista. Menzione particolare per il nostro capitano che, costretto a stare fuori per un infortunio, ha preso per mano la squadra per tutti gli ottanta minuti di gioco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby: Svicat parte male poi sfiora l’impresa. La Partenope si impone per 32 a 25

LeccePrima è in caricamento