Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Al Lecce non bastano Miccoli, Lepore e Moscardelli. Errori fatali, pareggio amaro

Contro la Vigor Lamezia finisce 3 a 3. Ospiti in vantaggio dopo 2 minuti, poi Miccoli pareggia su punizione. Nella ripresa, con i salentini in superiorità numerica, a segno Lepore, Malerba, Moscardelli ed Held a due minuti dal fischio finale dell'arbitro

LECCE - La prima partita del Lecce con Dino Pagliari in panchina inizia con un grave errore di Filipe Gomes e finisce con un'altra clamorosa ingenuità di Donida che regala alla Vigor Lamezia l'occasione per il terzo goal che vale il pareggio, maturato con i calabresi in inferiorità numerica per un intero tempo.

Per il tecnico marchigiano, che ha ricevuto risposte confortanti da Miccoli, Lepore e Moscardelli - e non solo perché andati a segno - c'è un lavoro enorme da fare sull'assetto difensivo, che va in evidente affanno ogni volta che la squadra perde palla. Poca la reattività, troppo l'insicurezza: e non è un caso che il goal di Held allo scadere sia maturato non solo per  responsabilità del giovane terzino ma anche per aver dato agli avversari altre due occasioni di battere a rete senza che un solo calciatore giallorosso riuscisse ad arrivare per primo sulle strepitose parate di Caglioni.

Già dopo due minuti si era compreso come il Lecce avesse la testa piena di confusione: Filipe Gomes, infatti, con un maldestro colpo di testa aveva lanciato Del Sante in volata verso Caglioni e dopo appena due minuti la Vigor Lamezia si era ritrovata in vantaggio. I padroni di casa hanno sfiorato il pareggio al minuto 11 con un bolide di Miccoli sul quale Rosti si è opposto a pugni chiusi, ma poi la reazione dei salentini ha perso subito d'intensità, mentre si alzavano cori di protesta e fischi dalla curva e dalle tribune. Gli esterni Carrozza e Doumbia sono apparsi avulsi dal gioco e poco reattivi in copertura consentendo ai calabresi di spingere nelle ripartenze sulle corsie laterali. Anche Donida si è trovato spesso in difficoltà sul lato destro della difesa. Al 28' Caglioni è molto bravo a negare il goal a Catalano, un minuto dopo tocca a Montella impegnare il portiere salentino sul primo palo.

Trascorsa la mezzora il Lecce è tornato a farsi vedere: è stato Miccoli ad approfittare di una incerta presa aerea di Rosti, ma il tiro dell'attaccante è finito sul palo complice l'intervento disperato di Rapisarda. Al minuto 38 il capitano del Lecce calcia alla perfezione una punizione da 25 metri: la palla si insacca nel sette ed è il pareggio. Cambia l'inerzia della partita ed è ancora Miccoli a sfiorare la marcatura su assist di Moscardelli, ma un difensore riesce a deviare in corner sui cui sviluppi Sacilotto anticipa tutti trovando però un avversario quasi sulla linea di porta. Al minuto 44 Puccio rimedia il secondo giallo sgambettando Moscardelli che gli aveva rubato la sfera e il primo tempo termina con gli ospiti in inferiorità numerica.

Nella ripresa è un altro Lecce e, naturalmente, l'uomo in più è un vantaggio oggettivo: dopo 11 minuti Pagliari manda in campo Lepore per Carrozza e il leccese si rende subito pericoloso con un tiro dal centro dell'area sul quale Rosti si fa trovare estremamente reattivo. Per il neo entrato l'appuntamento con il goal è solo rinviato perché al 62', raccogliendo un lancio millimetrico di Sacilotto, Lepore ferma il pallone, elude il ritorno di due difensori e realizza sotto la sua amata Curva Nord. Nemmeno il tempo di esultare però, che la Vigor Lamezia perviene al pareggio con Malerba (66') che in velocità lascia di sasso Donida e supera Caglioni prendendo anche le misure. 

Questa volta la reazione del Lecce è rabbiosa e già al 68' Moscardelli riporta in avanti i giallorossi con un preciso colpo di testa su cross di Miccoli. A questo punto mister Erra inserisce Voltasio, un centrocampista, per Spirito, un terzino. Al 75' Moscardelli va viciniissimo alla doppietta con un altro colpo di testa che, questa volta, Rosti riesce fortunosamente a deviare sulla traversa. Seconda sostituzione per Pagliari al minuto 78, con Della Rocca per Miccoli.

Al minuto 86 l'attaccante brindisino gira verso la porta un corner di Lepore ma la sfera termina di poco al lato del palo.  Un altro disastro inchioda il Lecce al pareggio: Donida, all'88', perde palla pressato da Montella che entra in area, si accentra e tira in porta. Caglioni è strepitoso per due volte perchè riesce pure a respingere un colpo di testa di Del Sante, ma la sfera è ancora preda dei calabresi che con Held, appena entrato al posto del capitano Gattari (espulso mentre guadagna la panchina, su segnalazione dell'assistente di linea), pervengono al definitivo pareggio. 

Nel giorno della sconfitta della Salernitana a Caserta, il Lecce stecca clamorosamente: troppi gli errori, e anche molto ingenui. Non che Pagliari avesse chissà quante frecce al suo arco, soprattutto in difesa, ma il tecnico marchigiano può imprecare: da quando è arrivato non ha  fatto altro che invitare i suoi marcatori a spazzare, quando necessario, il pallone in avanti o addirittura in tribuna. E Donida avrebbe dovuto farlo senza pensarci, dopo una partita che i giallorossi erano riusciti a rimettere nella giusta direzione nonostante tutti i propri limiti che, ad oggi, sono evidenti. I fischi dei tifosi sono una logica e sacrosanta conseguenza. Le lunghezze di distacco dalla vetta - Benevento e Salernitana a quota 40 - sono ora 8. Domenica il Lecce attende al "Via del Mare" la Lupa Roma (ore 16) per la prima giornata di ritorno.

Il tabellino di Lecce – Vigor Lamezia 3 a 3

VIGOR LAMEZIA (4-3-3): Rosti; Kostadinovic, Gattari (cap.) (83’ Held), Rapisarda, Spirito (68’ Voltasio); Malerba, Puccio, Scarsella; Catalano (46 Rossini), Del Sante, Montella. A disposizione: Mercuri, Di Marco,  Maglia, De Giorgi. Allenatore: Erra

LECCE: Caglioni; Donida, Martinez, Vinetot, Lopez; Carrozza (56’ Lepore), Filipe Gomes, Sacilotto, Doumbia; Miccoli (cap.) (78’ Della Rocca), Moscardelli. A disposizione: Chironi, Rullo, Morello, Cuppone, Bogliacino. Allenatore: Pagliari.

Marcatori: 2’ Del Sante, 38’ Miccoli, 62’ Lepore, 66’ Malerba, 68’ Moscardelli, 87' Held

Ammoniti: 18’ Carrozza 22’ e 44’ Puccio, 55’ Filipe Gomes, 83’ Lopez e Gatteri

Espulsioni: 44' Puccio, 85’ Gattari

Arbitro: Melidoni di Frattamaggiore

Spettatori:  3571 di cui  2228 abbonati e 1343 paganti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Lecce non bastano Miccoli, Lepore e Moscardelli. Errori fatali, pareggio amaro

LeccePrima è in caricamento