Tachtsidis prenota una maglia da titolare. Corvino: "Problema rientrato"

Escluso dalla lista dei convocati per la gara di Brescia, dopo le bizze dovute alla mancata cessione, il greco sembra aver compreso le ragioni del club. Il direttore Corvino: "Ha capito la nostra posizione"

Pantaleo Corvino.

LECCE - Tachtsidis in campo mercoledì contro la Cremonese? L’ipotesi è molto probabile, anche alla luce delle dichiarazioni del direttore dell’area tecnica del Lecce, Pantaleo Corvino, in occasione della presentazione di Claud Adjapong.

Il match di Brescia, finito con una sconfitta per 3 a 0, ha chiarito che l’adattamento di Majer nel ruolo di regista basso non vale, per così dire, l’originale. Tanto più che, dirottando lo sloveno, il tecnico Corini si priva di una delle migliori opzioni nel ruolo di interno di centrocampo.

Le bizze del greco, risentito per non essere stato ceduto a un club dell’Arabia Saudita che gli aveva fatto ponti d’oro senza però alcuna offerta la società salentina, sembrano superate. Dopo la inevitabile esclusione dalla lista dei convocati per Brescia, adesso la situazione sembra essere stata superata.

“Noi siamo sempre stati molto chiari – ha commentato Corvino -. Abbiamo detto che a mercato chiuso i calciatori importanti non li avremmo persi. Di questo dovete darcene atto: abbiamo mantenuto sempre la stessa posizione. Oggi posso affermare senza timore di essere smentito da nessuno, nemmeno dall’interessato, che il ragazzo ha capito la nostra posizione. È rientrato tutto nella normalità. Anche la mancata convocazione per Brescia è stata una scelta del tecnico perché il ragazzo si era già aggregato al gruppo dopo un momento diciamo di sbandamento. L’allenatore è libero sempre si fare le sue valutazioni”.

Intanto è arrivata la designazione per il match di mercoledì (alle 19 al Via del Mare). A dirigere la gara sara Paterna, della sezione di Teramo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

Torna su
LeccePrima è in caricamento