Padalino chiede ai suoi di andare oltre l'impresa di Castellammare

Domenica sera il Lecce è di scena a Taranto.Un derby molto atteso, ma l'allenatore del Lecce vuol schivare la trappola di condizionamenti e provocazioni

Pasquale Padalino a Castellamare di Stabia.

LECCE - Alla vigilia del derby di Taranto, che per il Lecce rappresenta la seconda trasferta consecutiva dopo la rocambolesca vittoria a Castellammare di Stabia, mister Pasquale Padalino chiede di andare oltre l'impresa e dare seguito all'importante successo che ha consentito ai giallorossi di ritrovare la testa della classifica. 

"Dopo la sconfitta di Catania - ha raccontato l'allenatore in sala stampa - avevo detto ai ragazzi che una fase di appannamento ci poteva stare se subito dopo fosse venuto un periodo di continuità. E' importante adesso mantenere il ritmo e continuare a mandare segnali di crescita". In effetti un calo c'è stato, di risultati e di prestazioni, ma il risultato di domenica scorsa potrebbe aver rimesso a posto una serie di equilibri, tattici e psicologici, che il campo stava mettendo a dura prova. 

Il tecnico del Lecce, sollecitato da una domanda, è tornato sulla querelle che riguarda l'impiego di Lepore, che la maggior parte degli addetti ai lavori vede meglio nella posizione di laterale e non di interno di centrocampo. A questa opinione diffusa, Padalino ha opposto la sua serena e determinanta visione delle cose: "Il suo rendimento è in crescita, non so se i critici non solo del lunedì ma anche degli altri giorni della settimana hanno la possibilità di dimostrare il contrario. Io non vedo tutte queste difficoltà, ho l'impressione che sia un finto problema, quasi non ci fossero altre argomentazioni".

"So anche io che negli ultimi anni Lepore ha giocato da esterno, ma io devo difendere la mia idea di calcio - ha proseguito il tecnico -, non posso accontentare tutti e fino a che facciamo risultato queste saranno le mie risposte, così come per Ciancio che molti vorrebbero schierassi a destra". Iornia della sorte, però, lo spostamento del laterale ex Cosenza potrebbe diventare una necessità domani allo Iocavone, qualora si decidesse, per precauzione, di tenere a riposo Vitofrancesco che ad inizio settimana ha accusato qualche acciacco. In questo caso scontata la riconferma di Contessa a sinistra. 

Un altro dubbio riguarda il sostituto di Cosenza, squalificato: sia Vinetot che Drudi, ha detto Padalino, hanno le stesse possibilità di giocare. L'allenatore del Lecce ha speso parole di apprezzamento per Tsonev, che con la Juve Stabia è stato determinante con un goal e un passaggio per Lepore: "Vede il gioco prima degli altri, sa gestire la palla e non ha bisogno di molto tempo per entrare in partita. In realtà anche Doumbia e Arrigoni si sono dimostrati pronti. Il ragazzo ha qualità, ma anche alcune cose da mettere a punto, sia tatticamente che da punto di vista delle decisioni che prende".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rispetto al clima che attende il Lecce domani a Taranto, considerando anche che questo derby manca dalla statistiche da oltre 20 anni, Padalino ha dichiarato di non volersene curare troppo:"Che ci sia bagarre o meno, dobbiamo essere duttili, non cadere in condizionamenti o provocazioni, né farci influenzare da questioni arbitrali". I rossoblu, da quando Prosperi ha sostituito Papagni in panchina, hanno ottenuto tre pareggi e tre sconfitte. Il cambio di passo, dunque, non c'è stato, ma per Padalino questa è una ragione in più per non fidarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento