Domenica, 1 Agosto 2021
Sport

Terzo trofeo Apulia. Viaggio nel mondo spettacolare del soft-air

Il comitato interregionale della disciplina organizza la terza edizione del torneo ad Otranto: Il gruppo Audax Militum di Cannole aiuta a comprendere meglio le caratteristiche di una pratica di simulazione militare in crescita

Foto concessa da Asd Audax Militum Cannole

OTRANTO - Il Cisa (Comitato interregionale Soft Air), costituito dalle Asd pugliesi (Swat nardò, Highlanders, GoDevils, Naos, 1^Legio SAS, Diavoli Verdi, MacVSog, Black Vipers, USSC Oria, A-Team, Spartani ), organizza nei giorni 13, 14, 15 aprile, la terza edizione del Trofeo Apulia “Operazione porta d’Oriente”, la più grande manifestazione del meridione.

La gara open è aperta a 30 squadre provenienti da tutta Italia e si svolgerà nella bellissima città di Otranto e il territorio circostante per un'area di circa 156 km/2. La tipologia di gara consiste in una navigazione libera su ben 5 aree distaccate fra loro e i partecipanti si muoveranno da un campo all'altro, con i propri mezzi per poi lasciarli in appositi parcheggi controllati.

Il venerdì sarà dedicato alla presentazione e alle operazioni di intelligence da parte delle squadre per acquisire il maggior numero di indizi per il buon prosieguo della gara. Particolarità della gara saranno divertimento, bella scenografia, prove speciali entusiasmanti e utilizzo di mezzi speciali e altro ancora.

Come spiegano dal team A.s.d. Audax Militum di Cannole, il soft air si distingue dalle altre attività basate sulla simulazione militare per l'utilizzo delle Air Soft Gun (in inglese letteralmente arma ad aria compressa, Asg) da cui appunto prende il nome. È caratterizzato da una grande varietà di giochi diversi che spaziano da un approccio meramente ludico ad un approccio di tipo sportivo, da un approccio ricreativo ad un approccio strategico-simulativo, comprendendo varie sfumature all'interno di questi quattro estremi. Nonostante l'apparenza bellicosa, il soft air è innocuo, non violento e basato sul corretto confronto sportivo.

Si tratta di un gioco di squadra che si pratica solitamente nei boschi o in aree
appositamente attrezzate
. È una simulazione di combattimento tra due o più fazioni dove si utilizzano repliche, (Asg - Air Soft Gun) molto fedeli, ad aria compressa, di armi realmente esistenti e che sparano pallini in materiale biodegradabile o inerte (bb) del peso di circa 0.20g ad una velocità massima iniziale di 100m/sec con una gittata di circa 40mt.

Queste Asg sono considerate dalla legge italiana giocattoli inoffensivi e di libera vendita purché non sorpassino il limite di potenza stabilito che è pari ad 1 joule. Le uniche protezioni necessarie ed obbligatorie sono quelle per gli occhi. Si possono utilizzare occhiali in plastica (tipo quelli che si usano per saldare, venduti comunemente nelle ferramenta) oppure maschere appositamente costruite che utilizzano reti metalliche sottili ma molto resistenti.

L'uso dell'uno o dell'altro tipo di protezione è ad esclusiva scelta del giocatore ( Soft gunner). Nel soft air non esiste il contatto fisico che è espressamente vietato per cui risulta molto meno rischioso di una partita a calcetto: “Chi decide di diventare un Audax militum – spiegano - entra in una famiglia, che pratica questo sport in tutta sicurezza e nel pieno rispetto della legge italiana. Un club con grande rispetto ambientale, apulia2012-2un forte senso di amicizia e di lealtà. Un’associazione sportiva dove poter crescere come giocatore e trasmettere la propria esperienza nel tempo”.

Prima di poter diventare socio bisogna superare il cosiddetto “periodo di prova” che consiste in tre partite di prova sui campi e poi finalmente battezzo ed iscrizione al club: “Con questa procedura – sottolineano - vogliamo far capire a chi si avvicina alla nostra associazione che cosa è effettivamente quello che facciamo. Chi pensa di entrare in una sorta di circolo paramilitare ha sbagliato strada”.

“Il soft air – concludono - è uno sport, un gioco, ma diventare un Audax Militum significa anche metterci passione e dedizione, impegnandosi sportivamente con una certa regolarità ecco perché intendiamo avvicinare gente convinta e motivata piuttosto che gente curiosa o desiderosa solo di
provare”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzo trofeo Apulia. Viaggio nel mondo spettacolare del soft-air

LeccePrima è in caricamento