Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Ritiro finito, il Lecce torna a casa. Pacilli: "Il Catania nostro rivale diretto"

Dopo l'ultimo allenamento, la comitiva giallorossa si congeda da Lorica dove ieri gli ultrà hanno chiesto massima dedizione e promozione diretta

Il tiro vincente di Mario Pacilli a Fondi, nella scorsa stagione.

LECCE – Impegno senza riserve e promozione diretta: questo hanno chiesto gli Ultrà Lecce che ieri pomeriggio, sotto una pioggia scrosciante, hanno seguito uno degli ultimi allenamenti dei giallorossi nel ritiro di Lorica, in provincia di Cosenza: il rientro dalla Calabria è previsto in queste ore, in vista del primo impegno ufficiale domenica prossima alle 20.30 per il primo turno di Tim Cup contro il Ciliverghe Mazzano (serie D).

I rappresentanti del tifo più radicale hanno ribadito che diserteranno gli spalti dei vari settori ospiti, come conseguenza del rifiuto categorico di sottoscrivere la tessera del tifoso, ma hanno sottolineato di aspettarsi da parte dei calciatori una dedizione totale per arrivare in serie B senza passare dalle forche caudine dei play-off.

Ad ascoltare i tifosi, come del resto tutti i suoi compagni, c’era anche Mario Pacilli, insieme a Marco Mancosu il calciatore dal maggiore tasso tecnico del Lecce. L'esterno originario de L'Aquila questa mattina ha rilasciato una dichiarazione all’ufficio stampa del club, partendo dal dato della prima giornata della campagna abbonamenti, che si è chiusa con circa 500 tessere sottoscritte: “Piacerebbe a tutti noi se si riuscisse a ripetere il numero dello scorso anno (9mila 236, ndr). I nostri tifosi in tante occasioni hanno rappresentato un valore aggiunto, con il loro incitamento incessante ci hanno dato una grossa mano”.

Pacilli, sette reti nella scorsa stagione di cui due di pregevolissima fattura (a Fondi e a Siracusa), ha affrontato anche il tema della concorrenza nel settore di sua competenze, quello degli esterni offensivi che comprende anche Turchetta, Torromino e all’occorrenza Lepore: “E’ sicuramente uno stimolo, la competizione giusta è quello che serve per migliorarsi sempre e fare meglio a livello di squadra.

Per quanto riguarda le pretendenti al vertice della classifica, Pacilli non si attende sorprese: “Il Catania sta facendo un ottimo mercato, partirà senza penalizzazione e, sicuramente, sarà una delle nostre rivali, assieme a Trapani, Matera e Cosenza. Siamo pronti a ripartire dopo Alessandria, una sfida che ci ha lasciato ancora più fame.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritiro finito, il Lecce torna a casa. Pacilli: "Il Catania nostro rivale diretto"

LeccePrima è in caricamento