Tiro a segno, team leccese torna da Napoli con il secondo posto

Il team del capoluogo salentino si aggiudica il secondo posto del podio, nel Primo trofeo internazionale di Bersaglio mobile a 10 metri, che si è svolto a Napoli. Al primo posto, la squadra ungherese, all'ultimo, quella partenopea

Il team leccese assieme alle altre due squadre

LECCE – Tornano da Napoli soddisfatti i componenti del team leccese di tiro a segno. Si sono, infatti, aggiudicati il secondo posto sul podio del Primo trofeo internazionale di bersaglio mobile con la carabina a 10 metri, che si è svolto il 17, 18, e 19 ottobre.

Al primo posto, la squadra ungherese, all’ultimo, invece, quella partenopea. Ma resta l’affermazione della squadra dei “Cecchini leccesi” capeggiata  campione Italiano in carica, Antonio Del Cuore, con Maurizio Rizzello e Stefano De Bellis. Sulla scia dei risultati ottenuti in occasione dei campionati Italiani svoltisi  di recente a Milano, intascano un altro successo preceduti dai magiari capeggiati da Major  Veronika, campione del Mondo 2014, eTasi Tamas e Istvan Peni. Nel team campano, invece, Diego Mola, Angelo Mangiameli e Vincenzo Gallo.

“ E’ la giusta ricompensa per l’impegno e il costante lavoro svolto dalla squadra degli atleti del TSN Principe di Piemonte di Lecce, dice orgoglioso il presidente Francesco Tommasi. I risultati individuali ottenuti dai nostri ragazzi sono del massimo rispetto: Del Cuore 568; Rizzello 531; De Bellis 521”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento