Campionati nazionali di tiro a segno: il team leccese sul secondo gradino del podio

La gara si è conclusa a Bologna e ha visto gli atleti salentini riscuotere ancora una volta successi. I colleghi campani hanno conquistato il podio ma per uno scarto esiguo nel punteggio. Soddisfazione per il presidente della sezione "Principe di Piemonte", che ha espresso orgoglio per i suoi tiratori

Il momento della premiazione

LECCE – E’ ufficialmente chiusa l'edizione 2015 dei campionati italiani seniores, uomini, donne e master di tiro a segno. Oltre mille e 100 atleti si sono confrontati per il migliore piazzamento o per il raggiungimento dell'obbiettivo sperato: il titolo italiano. Grande soddisfazione per il team leccese che ha visto trionfare ancora il tiratore nella specialità bersaglio mobile a 10 metri, Antonio Del Cuore: l’atleta si è piazzato al primo posto distaccando nettamente i suoi avversari con 557 punti.

In seconda posizione Giuseppe Pietropaolo di Cava dei Tirreni con 536 punti, seguito da Diego Mola di Napoli con 524.  Per quanto riguarda la prestazione a squadra sul gradino più alto del podio si sono  piazzati gli atleti campani seguiti -  con un po' di amarezza per l'esiguo distacco - dagli atleti leccesi del Poligono “Principe di Piemonte”: il team salentino ha riscosso comunque successo con i tiratori  Stefano De Bellis, Maurizio Rizzello.  Al terzo post, infine,  la squadra di  Cava dei Tirreni.

Un risultato di tutto rilievo se si considera il gran caldo che ha attanagliato la Città e che ha messo a dura prova la resistenza di tutti gli atleti. Da evidenziare la prestazione del nostro atleta Stefano De Bellis che, alla sua seconda esperienza in campo nazionale, e, nel confronto con i veterani della specialità  ha dimostrato esperienza  in questa specialità. “Sicuramente sentiremo parlare di lui in futuro”, ha dichiarato il presidente, Francesco Tommasi, naturalmente entusiasta per questa spedizione, che ripaga dei tanti sacrifici compiuti da atleti e dirigenti. 

"Altra nota positiva - ha aggiunto il portavice degli atleti -  "Bruno Mattia tiratore di punta nella specialità olimpica di Carabina 10 metri: 60 colpi con 570 punti ), alla sua seconda partecipazione vissuta da protagonista con un recupero da veterano che gli ha permesso di  piazzarsi tra i primi 25 migliori tiratori, mostri sacri della specialità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento