Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

Tnas, non è il giorno del giudizio. Ma il verdetto sportivo non cambierà

Esperito come da procedura il tentativo di conciliazione, il collegio arbitrale ha chiesto un'ulteriore proroga per decidere nel merito la questione. Anche in caso di revisione del verdetto, il Lecce resterà in Lega Pro

Pierandrea Semeraro.

LECCE - Il Tribunale nazionale di arbitrato sportivo del Coni non potrà cambiare l'esito del verdetto sportivo emesso dalla Corte di giustizia federale: il Lecce resterà in Lega Pro anche se il collegio arbitrale dovesse dare ragione alle tesi difensive dei legali della società di via Templari e di Pierandrea Semeraro, inibito per cinque anni e condannato al pagamento di una sanzione di 30mila euro.

Oggi era in programma, a Roma, il tentativo di conciliazione con la Figc. Una passo obbligato, previsto nella procedura del Tnas, prima di arrivare al verdetto sul merito. Alla seduta hanno partecipato anche gli avvocati del Vicenza, che ha beneficiato della retrocessione d'ufficio del Lecce, ritrovando quella serie B persa sul campo. 

Naturalmente la conciliazione non c'è stata perché le posizioni tra le parti sono agli antipodi. Il presidente del collegio arbitrale ha però chiesto una proroga dei termini del giudizio, ravvisandone la delicatezza e complessità. Ma il massimo cui il Lecce e Semeraro possono ambire è un risarcimento del danno eventualmente riconosciuto. Il 31 agosto, il presidente del Tnas, Alberto De Roberto, aveva respinto la richiesta d'urgenza finalizzata alla sospensione della sentenza, rimandando al contempo al collegio arbitrale la decisione nel merito relativa alla controversia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tnas, non è il giorno del giudizio. Ma il verdetto sportivo non cambierà

LeccePrima è in caricamento