Domenica, 25 Luglio 2021
Sport

Il Lecce “condanna” Tomi e Memushaj per rissa: multa e iniziative sociali

Il difensore, forse provocato da qualche parola di troppo, ha tentato di sferrare un pugno al centrocampista. L'intromissione dei compagni ha evitato il peggio. Domenica scorsa i due si sono contesi a lungo un calcio di punizione

Memushaj, al tiro. E' la prima giornata del campionato di Prima Divisione.

LECCE – Dopo l’accenno di rissa tra Giovanni Tomi e Ledjan Memushaj sul finire della seduta di allenamento di ieri, la società giallorossa ha deciso di multare i due calciatori secondo una somma che verrà decisa dal resto dei compagni e di “condannare” i due protagonisti dell’acceso confronto allo svolgimento di iniziative a fini sociali, i cui dettagli saranno resi noti nei prossimi giorni.

Mercoledì mattina, al termine della seduta di allenamento, i due, insieme ad altri giocatori della rosa, si sono trattenuti sul manto in sintetico del campo sportivo “Colaci” di Calimera per allenarsi sui calci di punizione. Ad un certo punto, forse per qualche parola di troppo, Tomi si è scagliato contro il compagno cercando di sferrargli un pugno.

Ed è così tornato d'attualità un particolare dell'ultima gara disputata dai giallorossi che, lì per lì, non aveva dato da pensare: nel secondo tempo di Tritium, Lecce, sullo 0 a 2 per i salentini, il direttore di gara ha concesso una punizione da posizione interessante: Memushaj e Tomi e si sono contesi la battuta verso la porta in maniera piuttosto plateale fino al momento in cui l'ha spuntata l'albanese che ha poi calciato molto oltre la traversa mentre il laterale tornava verso la metà campo piuttosto contrariato.

Il parapiglia che si è verificato in allenamento è stato subito sedato dai compagni presenti, che sono riusciti ad evitare che la situazione degenerasse. Poco distante, c’era il tecnico Antonio Toma, intento a parlare con alcuni suoi collaboratori. Resosi conto di quanto stava accadendo è intervenuto a rinforzo dei “pacieri” mettendo fine allo spiacevole episodio. Ma le conseguenze sono tutte da valutare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce “condanna” Tomi e Memushaj per rissa: multa e iniziative sociali

LeccePrima è in caricamento