Sport

Torino batte il Lecce 4 a 2. Per i salentini, Coppa Italia già finita

Nel terzo turno, i granata calano il poker ad un Lecce disattento in difesa, ma con buone individualità: per gli uomini di Lerda resta solo il campionato. Tutte le emozioni della sfida raccontate in diretta da LeccePrima

Un momento della gara

LECCE- Per il terzo turno di Coppa Italia, LeccePrima lancia la prima diretta live per seguire tutte le emozioni del match tra i giallorossi di mister Lerda e i granata di Giampiero Ventura. Si inizia  fra pochi minuti dall'Olimpico di Torino.

Formazioni ufficiali:

Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello; Vives, Gazzi; Verdi, Bianchi, Sgrigna, Stevanovic.

A disposizione: Gomis, D’Ambrosio, Basha, Santana, Brighi, Meggiorini, Diop.

Lecce (4-3-3): Benassi; Diniz Paixao, Esposito, Ferrario, Mazzotta; Giacomazzi, Memushaj, Esposito; Falco, Corvia, Jeda.

A disposizione: Petrachi, Romeo, Pià, Legittimo, Ofere, Palumbo, Bogliacino.

DIRETTA LIVE

1’ Partiti. Subito pressione da parte dei padroni di casa, che cercano di mettere alle corde gli uomini di Lerda.

Torino più incisivo sin dalle prime battute, accorcia gli spazi e cerca di tenere unite le proprie linee, per non prestare il fianco al contropiede dei salentini.

7’ In vantaggio il Torino. 1-0. Gol di Sgrigna. Il fantasista granata sfrutta un appoggio del centravanti Rolando Bianchi e buca la difesa giallorossa, battendo Benassi. Disattenzione fatale per i salentini. La partita si mette in salita per gli ospiti.

Si riparte. Il Lecce, stordito dal gol in apertura, prova a reagire e a non subire il contraccolpo psicologico. Torino che predilige il gioco in velocità.

10’ Scontro fortuito tra il difensore Ogbonna, nazionale italiano, e l’ex portiere del Bari, Gillet sulla pressione del giovane Falco. Sembrerebbe che non ci siano conseguenze per entrambi. Si riprende praticamente subito. Lecce poco incisivo nella sua replica, fatica a trovare gli spazi. In difficoltà il centrocampo.

12’ Torino più in palla. In grande spolvero Sgrigna e non solo per il gol.

14’ Doppio vantaggio del Torino. 2-0. Autorete sfortunata di Ferrario. Tiro di Rolando Bianchi sugli sviluppi del calcio d’angolo, ribattuto goffamente dall’intervento del centrale di difesa, che deposita la sfera nella propria porta. Lecce nel pallone.

15’ Dopo neanche un quarto d’ora i giallorossi sono sotto di due gol. Servono idee ed una vera e propria impresa.

16’ Il Lecce prova una reazione timida, ma la manovra è spuntata.

20’ Inutile punizione di Jeda dalla trequarti: Delvecchio può colpire di testa, ma è in fuorigioco.

21’ Buona occasione per il Lecce. Memushaj riesce a servire Diniz sulla destra: cross in area per Corvia, che colpisce bene al volo, ma Gillet respinge e mette in angolo.

22’ Nessuno sviluppo sul corner, mentre dalla ripartenza granata, nasce un passaggio rasoterra di Gazzi per Bianchi, che calcia di destro, ma non trova la porta.

25’ Risposta del Lecce. Cross di Diniz al centro dell’area, dove l’attento Ogbonna anticipa l’accorrente Delvecchio. Pallone sui piedi di Falco, che tira alle stelle. Giocatore dinamico, ma impreciso.

31’ Ammonizione per Masiello, per un intervento scomposto su Falco.

32' Il Lecce rischia il tracollo. Su un contropiede granata, squadra sbilanciata: sulla destra, Verdi si propone e prova la conclusione di sinistro: tiro di poco a lato della porta difesa da Benassi.

33’ Clamorosa occasione per riaprire la gara. Jeda ruba palla in pressing, ma a tu per tu con Gillet tira alto.

Cresce il Lecce e dà segni di ripresa. Buona la prova del giovane Falco, il più dinamico tra i salentini.

36’ Ancora un’opportunità per Bianchi, in contropiede, ma il suo tiro è fuori.

39’ Sugli sviluppi di una punizione, Delvecchio impatta di testa, ma non fa male ai granata.

 40’ Accorcia il Lecce. È 2-1. Straordinaria intuizione di Falco, che salta Masiello e mette in area un pallone buono per Jeda, che ha il tempo di fermare il pallone e depositarlo alle spalle di Gillet.

42’Sostituzione Lecce. Entra Romeo al posto di Esposito.

45’ Tre minuti di recupero.

46’ Pregevole giocata di Sgrigna, che libera Verdi in area: rovesciata del giovane, scuola Milan, che impegna Benassi.

48’ Finisce il primo tempo. 2 a 1 per il Torino.

Commento. Partenza shock del Lecce, che regala campo al Torino e si fa infilare in due occasioni in quindici minuti dai padroni di casa: disattenzioni gravi, che mettono la partita subito in salita. Dalla metà del primo tempo, inizia la reazione dei salentini, grazie soprattutto all’intraprendenza del giovane Falco, autore anche dell’assist per il gol che riapre i giochi a firma di Jeda. Per ora i migliori sono Sgrigna, nelle file del Torino, per la rete e per diverse giocate illuminanti, e Falco per i salentini.

SECONDO TEMPO

1’ Si ritorna in campo. Per il Lecce, fuori Memushaj. Non brillante la sua prestazione. Dentro Bogliacino.

3’ Azione straordinaria sulla fascia di Diniz Paixao, che in progressione si fa largo. Cross velenoso in mezzo. Gillet smanaccia e ricaccia il pericolo. Buon Lecce. Sembra rientrato con il giusto piglio e la volontà di raddrizzare l’incontro.

Il Torino cerca di riprendere campo e di abbassare il furore agonistico degli uomini di Lerda, che sembrano crescere di minuto in minuto in gioco e convinzione. È la fase cruciale probabilmente dell’intera gara.

9’ Ancora una volta iniziativa di Falco, che tiene in stallo la difesa del Torino: corsa di trenta metri e tiro di poco a lato, sulla sinistra di Gillet.

10’ Fuori Verdi, dentro Santana. 

12’ Ritmi leggermente calati. Fase di stallo.

14’ Improvvisa fiammata di Falco, che prova il tiro. Pallone deviato in angolo.

15’ Ventura opta per un cambio: fuori Sgrigna, meno incisivo rispetto al primo tempo e dentro Meggiorini. Il tecnico granata prova a dare maggiore peso all’attacco.

16’ Palo di Santana su cross di Stevanovic. Il Torino torna a graffiare dopo una fase di stasi.

18’ Il Lecce ha in Falco la sua arma in più. Le sue accelerazioni mettono in allarme la difesa del Torino, che ora fa più fatica a ripartire. Partita intensa.

20’ Gol del Torino. È 3-1. Stevanovic disorienta Mazzotta e mette in mezzo. Bianchi è più lesto di Romeo e punisce Benassi.

Potrebbe essere il gol che chiude i giochi. Il Lecce ha speso molto per tentare il pareggio, lasciando il fianco al Torino, che, con l’ingresso di Santana e Meggiorini sembra aver trovato le giuste contromisure. 

27’ Fallo in area di Glik ai danni di Corvia. È rigore per il Lecce.

28’. Gol del Lecce. 3-2. Corvia trasforma dagli undici metri.

Nuova reazione dei salentini, che tengono aperta la gara.

30’ Ancora gol del Torino: è 4 a 2. Una partita senza fine. Cross di Meggiorini sulla destra per Bianchi che appoggia comodo e cala il poker e la doppietta personale. Si fa dura per gli uomini di Lerda, a due minuti dal gol di Corvia.

31' Ammonito Diniz per fallo su Santana.

32’ Punizione di Masiello, Glik di testa in area, ma para Benassi.

32' Fuori Stevanovic, dentro Brighi, con Ventura che passa a un più coperto e canonico 4-4-2.

35’ Lecce di cuore, ma con ormai poca gamba.

43’ Mazzotta cerca Corvia in mezzo all’area, ma Gillet è sulla traiettoria.

44’ Sono tre i minuti di recupero.

45' Ci prova anche Brighi, ma il tiro è alto.

47’ Scambio Meggiorini-Santana, con l’esterno che impegna severamente Benassi.

48’ Fischio finale.

Il Torino batte 4 a 2 il Lecce, che abbandona la Tim Cup.

Commento. Lecce volenteroso, ma distratto: sugli scudi, Falco, autore di ottime giocate e di una prestazione degna di nota. In grande spolvero anche Diniz. Torino meglio assemblato, più cinico e reattivo: determinantei ai fini del risultato, però, gli ingressi di Santana e Meggiorini.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino batte il Lecce 4 a 2. Per i salentini, Coppa Italia già finita

LeccePrima è in caricamento