Sport

Subbuteo, 40 appassionati da tutta Italia scoprono il Salento

Una passione che accomuna ancora milioni di persone nel mondo. Ma anche un modo per far conoscere la propria terra a nuovi visitatori

Una foto scattata durante il torneo.

ACAYA (Vernole) - Presso la Tenuta Santicuti, si è tenuta domenica scorsa l’ottava edizione del torneo nazionale “Lu Sule, lu mare e lu ientu”, che ogni anno raccoglie vecchi e nuovi appassionati del gioco del Subbuteo. All’edizione di quest’anno, organizzata da Old Subbuteo Club Lecce, hanno partecipato quaranta giocatori, provenienti da tutta Italia.

Il Subbuteo nacque in Inghilterra alla fine degli anni quaranta: riproduce miniatura il calcio, giocato su un panno sul quale le due squadre si muovono “a punta di dito”. Il gioco si diffuse in modo particolare in Italia negli anni settanta ed ottanta, diventando un must per i ragazzini dell’epoca.

L'associazione leccese aderisce al circuito amatoriale Old Subbuteo che, operando da oltre dieci anni, riunisce ottanta club sparsi in tutto il territorio nazionale.  Con questo torneo, l’Old Subbuteo Club Lecce ha aperto la stagione di gioco, ponendosi anche l’obiettivo di coniugare una giornata di divertimento alla conoscenza del Salento da parte dei partecipanti e delle loro famiglie, che hanno soggiornato in questo territorio cogliendo l’occasione del torneo: c'è chi è arrivato da Bolzano, percorrendo tutta l'Italia fino al tacco dello Stivale.

Il tema del torneo era il Mondiale del 2026 quindi con in campo nazionali che attualmente è impensabile possano arrivare a una fase finale: Macedonia, Andorra, Estonia, Somalia. La finale è stata disputata tra Isole Fiji guidate da Luigi Quaranta di Bari e Isole Vergini guidata da "Geppidio" di Roma. Il match si è concluso con la vittoria della prima compagine. In ogni caso tutti i partecipanti hanno disputato una finale, per assegnare tutti i posti possibili, dal primo al quarantesimo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Subbuteo, 40 appassionati da tutta Italia scoprono il Salento

LeccePrima è in caricamento