Giovedì, 13 Maggio 2021
Sport

Triathlon, Beccarisi suona la nona impresa nell'Ironman di Klagenfurt

Dopo aver tagliato il traguardo di Lanzarote e Pescara in un mese, l'atleta originario di Galatina chiude il suo nono Ironman

LECCE – La nona sinfonia di Leo Beccarisi. Sotto il cielo capriccioso della Carinzia, dopo aver tagliato il traguardo dell'Ironman di Lanzarote (il più duro al mondo) a fine maggio e quello dell’Ironman 70.3 di Pescara il 10 giugno, Leonardo Beccarisi centra un fantastico tris, concludendo con il tempo di 10 ore e 53 minuti l’Ironman a Klagenfurt, in Austria, una delle gare più spettacolari e più impegnative del panorama internazionale. In Austria, "scortato" come sempre dalla sua famiglia, il triatleta originario di Galatina, ha disputato una grande prestazione, rendendo onore al Salento e ai colori della bandiera italiana, completando il suo nono Ironman.

Conosciuta come una delle più belle gare del mondo, quella austriaca è diventata leggendaria trWhatsApp Image 2018-07-01 at 20.09.25-2a gli atleti e costituisce uno dei traguardi più emozionanti in questo sport. Ogni anno attira ben 3mila triatleti provenienti da 60 paesi diversi, con un percorso che si snoda lungo il territorio di Klagenfurt (capoluogo della Carinzia), città ubicata a una estremità del bellissimo lago Wörthersee, dove si volge la prima frazione con i 3,8 chilometri di nuoto. Poi gli atleti percorrono 180 chilometri in bicicletta attraversando il paesaggio scenografico della Carinzia in un’atmosfera stile “Tour de France”, con due salite impegnative su ogni circuito e un dislivello di oltre mille e 400 metri. Per finire la maratona di corsa con i 42,195 chilometri da percorrere lungo il lago e per tutta la città.

“Freddo e vento hanno reso la gara impegnativa – spiega Beccarisi – eravamo poco più di 3mila allo start e durante la frazione nuoto, nonostante la rolling start, c’è le siamo dati di santa ragione. La frazione in bici è stata faticosa e ha prosciugato molte energie, ma sono riuscito a correre un’ottima maratona, chiusa in 3 ore e 45 minuti, in cui ho recuperato oltre 500 posizioni. A distanza di 30 giorni da Lanzarote sono riuscito a migliorare di circa 15 minuti, sono molto soddisfatto e sono già concentrato sul prossimo obiettivo”.

Altri due grandi impegni, con l’Ironman di Zurigo e Cervia, per scrivere una grande storia di sport e compiere un'impresa che rimarrà scolpita per molto tempo ancora, capace di proiettarlo tra i grandi del triathlon sulla cosidetta full distance.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triathlon, Beccarisi suona la nona impresa nell'Ironman di Klagenfurt

LeccePrima è in caricamento