Sport

Triathlon, nel difficile Xterra Greece brillano i salentini Imbriani e Lazzari

I salentini Mauro Imbriani e Maria Lazzari, atleti della Salento Triathlon, hanno brillato nella faticosa competizione dell'Xterra Greece, caratterizzata da millecinquecento metri di nuoto nel freddo lago di Plastira, 30 chilometri in Mtb su sentieri di montagna, e 10 chilometri di trail

LECCE – E’ una delle gare in assoluto più complicate e difficili nel panorama del triathlon. L’Xterra, infatti, prevede una distanza di 1500 metri di nuoto in un lago, 30 chilometri da affrontare in mountain bike su sentieri caratterizzati da salite e discese impegnative, e 10 chilometri di trail su strade sterrate con altimetria e percorsi difficili.

I salentini Mauro Imbriani e Maria Lazzari, atleti della Salento Triathlon, hanno brillato nella faticosa competizione dell’Xterra Greece, caratterizzata da millecinquecento metri di nuoto nel freddo lago di Plastira, 30 chilometri in Mtb su sentieri di montagna, e 10 chilometri di trail duro. A rendere ancora più dura la competizione, il violento nubifragio che si è abbattuto sulle regioni centrali della Grecia, con un brusco abbassamento delle temperature e le strade trasformate in fiumi di fango.

I due atleti salentini, seppur all’esordio all'esordio in questo genere di gara, hanno riportato dei tempi ragguardevoli, con Imbriani che ha tagliato il traguardo appena sopra le tre ore e Lazzari di un soffio sopra le quattro. Quella ellenica è stata un’ottima prova di preparazione per Xterra Italy, in programma il 26 luglio a Scanno, dove la compagine salentina sarà ben più nutrita e il percorso gara si annuncia tra i più difficili al mondo per gare di questo genere.

Grande prova anche per Alessandro Climaco, tra i finisher nello storico Triathlon Olimpico di Bardolino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triathlon, nel difficile Xterra Greece brillano i salentini Imbriani e Lazzari

LeccePrima è in caricamento