rotate-mobile
Contratto biennale

Trinchera lancia la freccia Sansone. “Sono in forma, ma al top tra due settimane”

Il direttore sportivo giallorosso ha spiegato la scelta della società: “Volevamo un esterno offensivo e lo abbiamo preso per quel ruolo”. L’ex calciatore del Bologna indosserà la maglia numero undici. “Lecce era nel mio destino”

LECCE - Dall’annuncio alla presentazione ufficiale nell’attesa di calcare il terreno di gioco ed esordire con la nuova maglia giallorossa per incamerare la presenza numero 300 nei massimi campionati tra serie A e Liga spagnola. In mattinata il direttore sportivo del Lecce, Stefano Trinchera, ha presentato l'ultimo acquisto della rosa a disposizione di mister Roberto D’Aversa: l'esterno offensivo, classe 91’, Nicola Sansone che in carriera vanta 246 presenze e 39 gol in Serie A, e 53 presenze e 14 gol nella Liga.

L’ex giocatore del Bologna, pescato nella mischia dei calciatori svincolati, ma da tempo nel mirino della società come ha specificato lo stesso Trinchera, indosserà la maglia numero 11 ed ha sottoscritto un contratto della durata di due anni.

“Ho visto tra i numeri di maglia rimasti è l’undici era quello che mi piaceva di più” ha chiosato Sansone, “la 10 per altro è di Oudin che ho visto già all’opera ed è un giocatore che senza dubbio merita anche lui di averla”.

Ingaggiato come estero offensivo, e principalmente per ricoprire quel ruolo e per interscambiarsi con Banda, che nei prossimi mesi sarà indisponibile per l’impegno in Coppa D’Africa. Un aspetto che ha chiarito anche il direttore sportivo giallorosso.

“È un esterno offensivo, a scanso di equivoci e lo abbiamo preso essenzialmente per quello pur sapendo che ha sempre ricoperto più ruoli” ha specificato Trinchera, “ma per il nostro sistema di gioco è un esterno offensivo che arriva a completamento di un reparto che ha già tante frecce nel suo arco. E’ un giocatore forte e di esperienza che va ad arricchire una squadra giovane con la sua professionalità. Sarà un punto di riferimento per i giovani considerando la sua esperienza”.

“Nelle precedenti conferenze avevamo parlato di mercato per noi ormai chiuso, ma questa è stata un’operazione definita sì a mercato chiuso, ma nata già da tempo e ne avevamo parlato con l’agente del calciatore. Ma siamo una società che tiene conto degli equilibri di una squadra, che non vanno alterati” ha aggiunto Trinchera, “conosciamo benissimo il livello umano di Sansone e dovevamo fare delle valutazioni sull'esterno anche considerando che Banda parteciperà alla Coppa d'Africa. Così abbiamo ritenuto di acquistarlo. E’ un'operazione logica, figlia di attente valutazioni e pensata molto prima della fine del mercato”.

Sansone dopo aver passato un’intera estate da svincolato, dove  ha trascorso “tanto tempo con i suoi bimbi in un mix di emozioni”, ora è pronto e contento di poter tornare ad allenarsi e a giocare. Ed ha tranquillizzato sulla sua tenuta atletica: “Non ci sono problemi di sorta, sono in forma. Mi manca il ritmo partita, ma penso di arrivare al cento per cento nel giro di una, massimo due settimane”.

Arrivato a Lecce nel giorno del suo 32esimo compleanno, l’ex ala bolognese si sente pressoché un predestinato. “L’arrivo a Lecce è stato un bel regalo di compleanno, ma io mi sento per nulla vecchio. Mi sento giovane e questo gruppo mi farà sentire ancora più giovane e vorrei essere un punto di riferimento proprio per i più giovani. Penso di poter dare ancora tanto nel calcio. Secondo me l’arrivo a Lecce era segnato nel destino, avevo fatto l'ultima partita proprio qui col Bologna. Mi è sembrato un bel gruppo, ho visto le tre partite ed ho visto un grande spirito. Sono molto grato per la fiducia della società e intendo ripagarla nel migliore dei modi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trinchera lancia la freccia Sansone. “Sono in forma, ma al top tra due settimane”

LeccePrima è in caricamento