Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Trionfo salentino ai campionati italiani di tiro a segno. Pioggia di medaglie per il poligono “Principe di Piemonte”

Successi importanti per per la squadra dei tiratori leccesi del poligono di tiro a segno "Principe di Piemonte" di Lecce, che conquistano un prezioso bottino di un oro, tre agenti e un bronzo. Del Cuore si laurea campione italiano di specialità. Ottime prestazioni anche di Rizzello e De Bellis

LECCE – Trionfo salentino ai campionati italiani seniores di tiro a segno che si sono svolti a Milano. Nella specialità “bm” (il bersaglio mobile a 10 metri con 60 colpi) e “bmm” (bersaglio mobile a corse miste con 40 colpi a 10 etri) fantastico podio per la squadra dei tiratori leccesi del poligono di tiro a segno “ Principe di Piemonte” di Lecce, vero fiore all’occhiello del presidente Francesco Tommasi.

Successi importanti anche nella categoria individuale della specialità di bersaglio mobile a 10 metri, con la medaglia d'oro per Antonio Del Cuore (Lecce) che con 541 punti si è piazzato in cima al podio davanti a Diego Mola (Napoli), al secondo posto con 520 punti, e ad Angelo Mangiameli (Napoli), terzo con 501. Il pluricampione Antonio Del Cuore conquista il titolo di campione italiano 2014. Nella categoria bersaglio mobile a corse miste uomini argento per Del Cuore, a soli due punti dal campione italiano di specialità Mola, e bronzo per il veterano Maurizio Rizzello. Ottimo sesto per l’altro leccese Stefano De Bellis, a una manciata di punti dai primi. Due, invece, le medaglie d’argento nella specialità a squadre formata dal pluricampione italiano Antonio Del Cuore, e dai veterani Maurizio Rizzello e Stefano De Bellis, due autentici fuoriclassestefano2-2

Risultati di prestigio che vedono, anche quest’anno, l’affermazione della sezione del Tsn (Tiro a segno nazionale) di Lecce ai più alti livelli agonistici nazionali e che ripaga dell’impegno profuso da tutto lo staff nella preparazione sia degli atleti per la partecipazione ad eventi sportivi che nell’addestramento quotidiano all’uso delle armi da fuoco da parte di coloro che le utilizzano per motivi professionali e di difesa.

Un plauso ai campioni leccesi è stato espresso dal presidente Francesco Tommasi, che ha sottolineato la  sezione del Tsn di Lecce si adoperi per la divulgazione della disciplina olimpionica dello sport del tiro a segno ad aria compressa, tra i giovanissimi, al fine di individuare tra questi i futuri atleti in grado di raggiungere traguardi di tutto rilievo.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trionfo salentino ai campionati italiani di tiro a segno. Pioggia di medaglie per il poligono “Principe di Piemonte”

LeccePrima è in caricamento