Lecce, accordo sugli stipendi. Figc: se necessario, play off e play out

Il club salentino ha raggiunto una piena intesa con i suoi tesserati, staff tecnico compreso. Non ci saranno decurtazioni per dipendenti e collaboratori

LECCE – I calciatori del Lecce e l’intero staff tecnico, a partire dall’allenatore Fabio Liverani, hanno rinunciato alla parte di ingaggio corrispondente al mese di marzo, quando il campionato di serie A è stato interrotto per l’emergenza sanitaria.

Il club giallorosso ha comunicato il raggiungimento dell’intesa, precisando che gli importi trattenuti saranno convertiti in premio se il torneo dovesse arrivare a conclusione e se la squadra dovesse raggiungere la salvezza. Tutti i tesserati e la società si sono mostrati compatti nello scongiurare sacrifici e rinunce a dipendenti e collaboratori dell’Us Lecce, compresi quelli del settore giovanile.

“La definizione di tale accordo – recita la nota del club -, che tiene conto anche della circostanza che tutti i tesserati della prima squadra hanno tenuto un comportamento responsabile nei confronti del club durante il periodo di inattività, è l’ulteriore conferma della grande coesione della famiglia giallorossa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consiglio Federale, le decisioni

A Roma. intanto, si è riunito il Consiglio Federale, dal quale sono scaturiti chiarimenti importanti ai fini della ripresa dei campionati di A,B e C. La volontà è quella di ripartire il 13 giugno, per il principio del merito sportivo e cioè che i risultati devono essere determinati in campo e non a tavolino. In caso di nuovo stop per ragioni di forza maggiore, si procederebbe con play-off e play-out (con format da stabilire) per arrivare a sancire vittoria del campionato, posizionamenti per le competizioni europee e retrocessioni. In caso di stop defintivo invece, il Consiglio Federale definirà "criteri correttivi" per stabilire la classifica con la quale chiudere i tornei: in poche parole si farebbe riferimento, ad esempio, alla media punti a partita (nell'ipotesi di un numero diverso di gare giocate da ciascun club). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

  • Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

Torna su
LeccePrima è in caricamento