Sport

Verso le Olimpiadi di Rio 2016, due gli atleti a rappresentare il Salento

Nel volley maschile la presenza del 31enne Massimo Colaci, di Gagliano del Capo, e Mirko Corsano, terzo allenatore della nazionale

LECCE – L’obiettivo di un’intera carriera sportiva, cullato sin da bambino e coltivato in migliaia di ore di sacrifici e allenamenti. La fatica di muscoli e articolazioni che si allungano e si contraggono fino allo spasmo. Esercizi e movimenti da ripetere all’infinito, sfida dopo sfida, attimo dopo attimo. Tutto per conquistare il sogno olimpico, desiderio assoluto di ogni atleta. C’è un pezzo di Salento che brilla sotto il cielo del Brasile. Sono sette gli atleti pugliesi convocati per le Olimpiadi di Rio, di cui due salentini.

In particolare nel volley maschile, grazie alla presenza del 31enne libero Massimo Colaci, di Gagliano del Capo. Tesserato per la Diatec Trentino, in azzurro vanta un bronzo europeo e un argento in Coppa del Mondo, entrambi ottenuti l’anno scorso. Con lui l’ugentino Mirko Corsano, terzo allenatore della nazionale maschile di volley. Poi Veronica Inglese e Antonella Palmisano nell’atletica, Roberta Vinci nel tennis, Domenico Montrone nel canottaggio, Vicktoria Orsi Toth nel beach volley e, come riserva, Martina Criscio nella scherma.

“Un grande in bocca al lupo a nome degli sportivi pugliesi e dell’intero movimento regionale”: il messaggio inviato agli atleti dal presidente del Coni Puglia Elio Sannicandro che, oltre ai complimenti per il pass, formula gli auspici per i migliori risultati.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso le Olimpiadi di Rio 2016, due gli atleti a rappresentare il Salento

LeccePrima è in caricamento