Lecce disastroso, sconfitto dal Viareggio di Lucarelli. Doppietta di Vannucchi

Nervosi sin dai primi minuti, i giallorossi rimediano l'ottava sconfitta stagionale contro la formazione di Lucarelli che veniva da cinque sconfitte. Il modulo 3-5-2 fa acqua, fallite tre chiare opportunità da rete. Il sogno della promozione diretta si allontana

Cristiano Lucarelli, allenatore del Viareggio, nella gara di andata.

VIAREGGIO – V come Vannucchi. Il Lecce cade a Viareggio trafitto per due volte dal fantasista che a 37 anni (il prossimo 5 di agosto) ha trovato il modo di bruciare in velocità gli avversari e di infilare Caglioni con due colpi da biliardo. Sfumata quindi, per Miccoli e compagni, l’occasione di provare ad accorciare ulteriormente la distanza dalla capolista Frosinone, impegnata domenica nella difficile trasferta di Benevento. Ora l’obiettivo della promozione diretta, che nelle ultime domeniche era divenuto più di un’ipotesi di scuola, si allontana nuovamente collocandosi tra le concessioni della matematica e l’ottimismo esagerato.

La gara dei giallorossi è stata un disastro, sia dal punto di vista tattico che individuale: difficile trovare qualcuno che abbia dimostrato di meritare la sufficienza. Il 3-5-2, sul quale Lerda aveva ripiegato per schierare insieme due punte e in considerazione dell’assenza di Doumbia, si è rivelato un invito a nozze per Vannucchi, Matteini e Benedetti, sostenuti comunque dal dinamismo di tutto il resto della squadra. Quasi sempre primi ad arrivare sui palloni vaganti, i toscani hanno eseguito alla perfezione le indicazioni di mister Lucarelli che ha dato scacco matto al collega creando superiorità tra le linee del Lecce.

I salentini, nel grigiore generale, sono riusciti a creare tre chiare opportunità da goal: con Bogliacino e Beretta, al 17’, sulle cui conclusioni ravvicinate il Viareggio se l’è cavata, e con Abruzzese, di testa, al 58’. A dire il vero i giallorossi non sono stati nemmeno fortunati, come nell’occasione in cui Miccoli, al minuto 62’, ha colpito il palo che sarebbe valso il momentaneo pareggio. Ma di giustificazioni che ne sono poche da cercare.

Ai padroni di casa, invece, è girato tutto per il verso giusto: Caglioni, al di là dei due goal subiti, non ho corso particolari rischi ma il Viareggio non è sceso in campo per dominare, ma per far male. E, dopo cinque sconfitte consecutive che avevano spinto Lucarelli a valutare le dimissioni, ce l’ha fatta. Merito del suo capitano che al 27’ ha capitalizzato con un tocco a scavalcare il portiere una ripartenza fulminea partita dall’errore di Papini a centrocampo. Vannucchi ha servito il bis al 76’ con un diagonale ravvicinato al termine di un’azione di contropiede, con la difesa del Lecce in evidente confusione. Del resto, con poche idee in fase di costruzione (i ripetuti lanci di Abruzzese lasciano perplessi), anche la retroguardia è andata in panne, dimostrando di aver smarrito – causa anche lo schieramento a tre – la solidità acquisita nel tempo.

A nulla sono valsi i cambi effettuati da Lerda: Barraco si è dimostrato ancora una volta evanescente, facendo rimpiangere un Bogliacino comunque molto appannato, mentre Ferreira Pinto (per Diniz al 60’) si è cimentato nel compitino sprecando peraltro una ottima occasione al minuto 83 quando, tutto solo in area di rigore sugli sviluppi di un calcio piazzato deviato, ha perso l’attimo per la conclusione di prima battuta, ottenendo poi solo un corner sul secondo tentativo di inquadrare la porta.

Da segnalare l’infortunio occorso a D’Ambrosio dopo 14 minuti dall’inizio del match: nel tentativo di fermare la corsa di un avversario lanciato in contropiede, il laterale ha messo male il piede per terra ed è uscito dolorante. Secondo i primi accertamenti dovrebbe aver rimediato un serio infortunio alla caviglia che potrebbe tenerlo lontano dal campo per diversi mesi. La squadra riprenderà gli allenamenti lunedì pomeriggio a Squinzano.

Il tabellino di Viareggio – Lecce 2 a 0.

Viareggio: Gazzoli, Celiento, Nicolao, Piana, Lamorte, Conson, Mungo, Galassi, Matteini (82’ Rosafio), Vannucchi, Benedetti (64’Gerevini). A disp: Montenegro, Marongiu, Ferrari, Gemignani, Butini. Allenatore: Lucarelli

Lecce: Caglioni, D'Ambrosio (14’ Vinetot), Diniz (70’ Ferreira Pinto), Papini, Martinez, Abruzzese, De Rose, Bogliacino (60’ Barraco), Beretta, Miccoli, Lopez, A disposizione: Perucchini, Sales, Rullo, Sacilotto. Allenatore: Lerda

Marcatori: 27’ e 76’ st Vannucchi

Ammoniti: 11 pt D'Ambrosio, 20 pt Abruzzese, 33 pt Lopez, 5 st Piana, 9 st Miccoli, 39 st Lamorte, 41 st Vinetot

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arbitro: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento