Lunedì, 25 Ottobre 2021
Sport

Lecce, il sogno promozione passa da Grosseto. Beretta e Zigoni, duello per una maglia

L'obiettivo dei giallorossi è di vincere le tre gare che mancano al termine della stagione regolare. Sale di tono la "guerra psicologica" con Frosinone e Perugia. Per i salentini, domani, una sfida complicata: i toscani non possono sbagliare

LECCE – Se non si vince a Grosseto, tutti le migliori ipotesi franeranno. E’ questa la premessa logica con la quale il Lecce si accinge a disputare la terzultima gara della stagione regolare, ospite di una formazione alla disperata ricerca dei tre punti per rientrare nella lotteria dei play-off. Mister Franco Lerda, già ad inizio settimana, è uscito allo scoperto, per la prima volta dal suo ritorno sulla panchina giallorossa, indicando la promozione diretta in serie B a quota 64 punti. Che i suoi ragazzi possono raggiungere solo vincendo tutte e le partite che restano da giocare.

Il tecnico piemontese ha così deciso di metterci il carico su quella che è anche una sfida sul piano psicologico: Frosinone e Perugia devono guardarsi alle spalle perché il Lecce ci crede e punta ad arrivare più in alto possibile. Non c’è del resto solo il primo posto in palio, anche la seconda piazza è un obiettivo importante che si traduce con la possibilità di disputare in casa il ritorno della finale dei play-off. Il calendario riserva ancora molte sorprese e ciascuna delle tre pretendenti ha le sua gatte da pelare: tra una settimana sono in programma Lecce-Frosinone e Perugia-Pontedera, tra due Pisa-Lecce, Salernitana-Perugia e Frosinone-L’Aquila, nell’ultima giornata si chiude con Perugia-Frosinone mentre i giallorossi saranno fermi per il turno di riposo.

A Grosseto Lerda potrà fare affidamento sul rientro di Abruzzese, Miccoli e Beretta – che hanno scontato il turno di squalifica – e su Amodio che ha recuperato una buona condizione dopo lo stop per una distrazione al collaterale del ginocchio. Non ci saranno invece, oltre a D’Ambrosio, nemmeno Sales, Bellazzini, Bogliacino e Sacilotto che nella rifinitura di oggi ha accusato un fastidio al quadricipite. Ci sono buone speranze che per il match contro il Frosinone possano essere tutti recuperati, tranne il primo costretto ad una lunga convalescenza dopo l’intervento per ricomporre la frattura rimediata a Viareggio.

L’allenatore del Lecce ha qualche dubbio da sciogliere rispetto alla formazione da mandare in campo: il principale riguarda la scelta tra Zigoni e Beretta.  Negli ultimi tempi il primo ha giocato molto meno che in avvio di campionato, quando ha segnato e si è fatto valere, e ha anche dovuto fare i conti con una frattura al mignolo di un piede, ma ora è pienamente arruolabile. Il secondo, invece, è stato utilizzato di frequente da Lerda nella seconda parte del torneo dimostrando freschezza atletica e duttilità dal punto di vista tattico. In porta ci sarà Caglioni, Amodio dovrebbe posizionarsi in mediana con Papini. Barraco e Doumbia agiranno sulle corsie esterne.

I convocati

Portieri: Caglioni, Perucchini. Difensori: Abruzzese, Diniz, Lopez, Martinez, Rullo, Vinetot. Centrocampisti: Amodio, De Rose, Papini, Salvi, Barraco, Doumbia, Ferreira Pinto. Attaccanti: Cicerello, Miccoli, Zigoni, Beretta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce, il sogno promozione passa da Grosseto. Beretta e Zigoni, duello per una maglia

LeccePrima è in caricamento