Sport

Cosmi bada al sodo: "Buon girone, ma siamo ancora terzultimi"

Alla vigilia del proibitivo match contro il Napoli di Mazzarri, il tecnico del Lecce vuole tenere alta la tensione nervosa. Niente turnover, ma Blasi potrebbe prendere il posto di Bertolacci. Ancora out Miglionico

LECCE - L'uomo saggio, in vista dell'obiettivo, non perde mai la calma, anzi, fa di tutto per farlo sembrare più distante di quanto sia. Così è Serse Cosmi alla vigilia di Lecce-Napoli, valida per la 33esima giornata del massimo campionato. L'inversione dei turni, dopo la tragica morte di Piermario Morosini, ha concesso ai giallorossi un doppio impegno casalingo: domenica, infatti, sarà la volta del Parma dell'ex ct Roberto Donadoni, uno scontro diretto e, comunque lo si veda, decisivo. Il tecnico perugino è orgoglioso di quanto i suoi ragazzi stanno facendo, non lo nasconde certo, ma per il principio di realtà guarda i fatti: "Dopo la prima parte di campionato, abbiamo capito che era doveroso recuperare. Il girone di ritorno è stato quanto di meglio potessi augurarmi arrivando qui, ma la classifica è quella che è e noi siamo ancora terzultimi".

In vista del match di domani, gli uomini di Mazzarri hanno un leggero vantaggio, un giorno di riposo in più per aver giocato sabato contro il Novara. La differenza potrebbe farsi sentire, secondo l'allenatore del Lecce, in quegli elementi utilizzati in maniera più continuativa anche se il buon risultato di Roma dovrebbe compensare psicologicamente l'eventuale pesantezza delle gambe. Il Napoli, anche senza Lavezzi, fa paura. "Per quanto possano dire di non essere al top della condizione - ha precisato Cosmi - possono metterci in grande difficoltà comunque". 

Nessuna tentazione di turnover, l'unico vero dubbio riguarda l'eventuale impiego di Blasi, disponibile dopo la squalifica, al posto di Bertolacci. Da una parte c'è l'esperienza e la continuità dell'ex parmense, dall'altra la vivacità e la fantasia del giovane trequartista di scuola romanista. Due elementi con caratteristiche diverse che possono dare una tonalità specifica ad un modulo che non si tocca: "Non cambio assetto a cinque partite dalla fine, anche se bisogna essere abili nell'applicazione di schemi non consueti. Il finale dell'Olimpico lo abbiamo disputato con tre attaccanti". Ancora out Miglionico, ma l'Esposito ammirato a Roma offre sufficienti garanzie. Fuori Grossmuller ed anche Piatti, per scelta tecnica.

Un pensiero Cosmi lo ha voluto riservare anche ad un ambiente che conosce molto bene, quello genoano. Sotto la lanterna, infatti, il tecnico umbro conquistò la serie A, ma la busta "galeotta" con 250mila euro ritrovata nell'auto di un dirigente del Venezia tre giorni dopo la partita contro i lagunari, costà al Grifone la retrocessione in serie C. Un'esperienza sconvolgente per una delle tifoserie più appassionate ed antiche d'Italia che, tuttavia, diede ancora una volta prova del proprio trascendentale attaccamento accompagnando la squadra in una rapida scalata verso la massima serie: "Conosco bene la situazione, i tifosi del Genoa sono molto critici ma allo stesso tempo molto bravi a compattarsi nelle emergenze. Sarebbero stati di grande utilità per la squadra." 

Quello stesso amore, però, domenica scorsa,  è diventato "criminale", almeno per un centinaio di tifosi che hanno portato alla sospensione per 45 minuti del match contro il Siena che i liguri stavano inopinatamente perdendo per 0 a 4, con l'ordine alla squadra di togliersi la maglia in segno di vergogna. Marassi, in questo campionato, non aprirà più le sue porte ai tifosi, almeno a quelli del Genoa. Due le giornate di squalifica comminate dal giudice sportivo, una pioggia di Daspo in arrivo oltre agli undici per cinque anni già affibiati e un clima torrido molto prima di agosto. Una bomba a orologeria, insomma, sotto la panchina ora affidata a Gigi De Canio. 

I convocati da Serse Cosmi

Portieri: Benassi e Petrachi

Difensori: Tomovic, Oddo, Brivio, Carrozzieri, Esposito, Di Matteo

Centrocampisti: Blasi, Bertolacci, Giacomazzi, Delvecchio, Giandonato, Cuadrado, Obodo

Attaccanti: Muriel, Corvia, Di Michele, Bojinov, Seferovic

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosmi bada al sodo: "Buon girone, ma siamo ancora terzultimi"

LeccePrima è in caricamento