Sport

Il Lecce piega la Virtus anche in Coppa. Gomis decisivo ai calci di rigore

Giallorossi in campo con una formazione del tutto inedita. Vutov sigla il vantaggio, ma Idda al 90' ristabilisce la parità. La parata sul penalty di Gallù chiude il match

Il goal di Vutov (foto Chilla).

FRANCAVILLA FONTANA – Il Lecce supera il primo turno a eliminazione diretta di Coppa Italia di Lega Pro, competizione che assicurerà alla squadra vincitrice un posto nei play-off. I giallorossi hanno vinto a Francavilla Fontana 6 a 5 dopo i calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari erano finiti sul risultato di 1 a 1.

La lotteria dal dischetto si apre e si chiude con Gomis: è il portiere infatti a calciare il primo penalty dei giallorossi, fallendolo, ma è sempre lui a neutralizzare la sesta conclusione dei padroni di casa e a sancire la chiusura del match.

Primo tempo

Mister Padalino schiera un Lecce del tutto inedito e improntato alla linea verde. Degli undici in campo solo Fiordilino ha giocato domenica scorsa in campionato e solo per pochi minuti. Diverso il discorso per il Francavilla che presenta sei elementi schierati titolari tre aggiorni addietro al Via del Mare nella gara vinta dai giallorossi per 3 a 0.

Leccesi in vantaggio al 19’ con Vutov che si ritrova tra i piedi un’occasione che non fallisce dopo una carambola tra Persano e un difensore. I padroni di casa reagiscono e costringono gli avversari a tenere basso il proprio baricentro anche se al 42’ un retropassaggio di Finazzi mette in seria difficoltà il portiere Casadei.

Secondo tempo

Con Galdean per Triarico, la Virtus pone le premesse di un prolungato assedio. Nel giro di sei minuti Abate spreca due opportunità: la prima al 48', con un tiro che termina oltre la traversa, la seconda sfuma grazie alla provvidenziale deviazione di Gomis.  Intanto si registra l’ingresso di Ciancio per Rosafio.  Al 62’ mister Calabro inserisce Nzola per Alessandro e al 69’ il portiere giallorosso corregge in corner la conclusione di Finazzi.  

Il Lecce non riesce quasi mai a superare la metà campo, nonostante l’ingresso di Tsonev per Capristo, e si sprecano i falli e i calci d’angolo a favore dei padroni di casa. Con l’ingresso di De Angelis per Finazzi, al minuto 81, la Virtus ripropone il tandem d’attacco titolare, mentre all’85’ Padalino manda in campo Drudi per Monaco e al 90’ arriva il pareggio, più che meritato, con un colpo di testa di Idda sugli sviluppi di un calcio di punizione. Si va ai supplementari.

Tempi supplementari

Alla ripresa delle ostilità è l’equilibrio a regnare: è chiaro che nessuna delle due compagini vuole esporsi alla beffa e le gambe sono pesanti. Tuttavia la Virtus Francavilla continua a fare qualcosa di più dei giallorossi:  al minuto 111 colpo di testa di De Angelis da posizione ravvicinata, ma per fortuna del Lecce la traiettoria è fuori misura.  Subito dopo un tiro di Abate dal limite dell’area viene deviato da un avversario, la sfera si alza, cambia traiettoria e termina di poco oltre lo specchio.

Ai calci di rigore si mette subito male per la squadra ospite: sul dischetto va il portiere Gomis che si fa neutralizzare il tiro dal collega Casadei. Poi segnano tutti fino al decimo penalty che Abate fallisce coglieno il palo. Inizia dunque la serie a oltranza: Ciancio realizza, Gallù invece si fa ipnotizzare dal portiere del Lecce che così accede al secondo turno ad eliminazione diretta nel quale se la vedrà contro il Matera.

Il tabellino di Virtus Francavilla – Lecce 5 a 6 (1 a 1)

VIRTUS FRANCAVILLA: Casadei, De Toma, Idda, Gallù, Albertini, Prezioso, Triarico (46’ Galdean), Abruzzese, Alessandro (62’ Nzola), Finazzi (81’ De Angelis), Abate.  A disposizione: Albertazzi, Costa, Turi, Pastore, Biason, Pino, Tundo, Vetrugno. Allenatore: Calabro

LECCE – Gomis, Contessa, Cosenza, Monaco (85’ Drudi), Vutov, Capristo (71’ Tsonev), Vinetot, Maimone, Fiordilino, Persano, Rosafio (56’ Ciancio). A disposizione: Bleve, Chironi, Arrigoni, Pacilli, Tsonev, Drudi, Morra, Mengoli, Perrone,  Molfetta. Allenatore: Padalino

Marcatori: 19’ Vutov, 90’ + 6 Idda

Rigori: Gomis (parato); De Angelis (goal); Drudi (goal); Abruzzese (goal); Persano (goal); Nzola (goal); Tsonev (goal); Galdean (goal); Vutov (goal); Abate (palo); Ciancio (goal); Gallù (parato).

Ammoniti: 43’ Cosenza, 87’ Vutov, 90+ 6 Idda, 3’p.t.s. Contessa; 12’ s.t.s. Fiordilino e Gallù

Arbitro: Valiante. Assistenti: Mansi e Scarico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce piega la Virtus anche in Coppa. Gomis decisivo ai calci di rigore

LeccePrima è in caricamento