Domenica, 25 Luglio 2021
Sport

Volley: Isernia vince a Taviano dopo 5 agguerriti set

Isernia porta via da Taviano due punti, mantiene intatte le proprie chance play off e rovina a Massimo Dagioni la festa per la cinquantesima panchina "giallo-rossa" in A2

Gabriel Chocolak.-5

STILCASA SALENTO D'AMARE TAVIANO - OLIO PIGNATELLI ISERNIA 2-3
Parziali: 25-22; 22-25; 20-25; 25-19; 18-20.
Durata set: 28'; 29'; 25'; 25'; 26'.
Taviano - be 17; bv 10; mp 10.
Isernia - be 16; bv 3; mp 8.

TAVIANO - Romani 3, Stomeo ne, De Giorgi 1, Jago ne, Pinto 17, Chocholak 31, La Forgia 2, Zanette 9, De Pandis (L), Rizzo (L) ne, Carafa, Giosa 1, Moretti 10. All.: Dagioni.
ISERNIA - Kangasniemi (L), De Luca 14, Di Marco, Scappaticcio 2, Postiglioni 4, Pagni, Gemmi, Spampinato (L) ne, Tamburo 3, Falcone ne, Dos Santos 11, Bidegain 17, Tomasello 12. All.: Mastrangelo.

Arbitri: Trevisan - Rusalen

Isernia porta via da Taviano due punti, mantiene intatte le proprie chance play off e rovina a Massimo Dagioni la festa per la cinquantesima panchina "giallo-rossa" in A2. La Stilcasa conserva comunque il quarto posto, e partendo da questo si presenta al prossimo doppio confronto esterno contro Catania e Castellana.
Per il fischio d'inizio, Isernia scende sotto rete con la formazione annunciata (Scappaticcio, Tamburo, Dos Santos, Bidegain, Postiglioni, Tomasello e Kangasniemi libero); il Taviano invece si schiera con De Giorgi, Cocholak, Pinto, Zanette (preferito a Jago, perchè l'estone per tutto il match è rimasto precauzionalmente in panchina stante il leggero acciacco), Giosa, Moretti ed il libero De Pandis.
Il primo sussulto della gara è di marca giallo-rossa. Sul 2 pari Gabriel Chocolak firma il suo 500esimo punto stagionale in campionato, Paulo Pinto serve due ace consecutivi e Mastrangelo, coach dei pentri, è costretto a rifugiarsi in time out. Il brasiliano Pinto continua ad imprimere la sua firma in molte azioni della Stilcasa (suo è il 7-4 in versione pipe); Zanette mette a terra un altro ace (9-5) e la Stilcasa completa il suo affondo iniziale. I punti di vantaggio diventano 5 quando Chocholak mette a terra una diagonale imprendibile, con Mastrangelo che interrompe ancora il gioco per chiamare i suoi a consulto. Il mini break degli ospiti (14-11 con capitan Scappaticcio a suonare la carica per i bianco-celesti) spinge stavolta Dagioni a chiedere la sospensione, ma dalla parte salentina gli effetti della "scossa" da panchina si vedono subito. Taviano riguadagna un distacco più rassicurante (18-12; 20-14) e l' "evento" risulta essere quello decisivo per far giungere la Salento d'amare in anticipo sul primo traguardo volante della serata. Quello del parziale d'apertura chiuso sul 25-22 dopo un set ball annullato da Isernia.

La corsa dei salentini prosegue anche nel secondo game. Quando la sirena suona per la prima sospensione tecnica, la Stilcasa ha già doppiato i punti della Olio Pignatelli (8-4). La "forbice" però pian piano si restringe fino al -1 di Isernia da Taviano (12-11), e da questo momento inizia un batti e ribatti di punti che si trascina fino al 21-20. Un ace di Dos Santos ristabilisce l'equilibrio tra le due contendenti, e Taviano rimane fermo sulle gambe, accusando l'1-2 della formazione pentra che piazza il break nel momento topico del set. Bidegain centra due punti consecutivi (21-24) e consente allo stesso Dos Santos di servire per il set. L'errore in battuta dello schiacciatore di Mastrangelo ritarda solo di poco la conclusione del parziale, perché dall'altra parte della rete a ripetere il karakiri stavolta è l'opposto giallo-rosso Gabriel Chocholak. 22-25 e uno pari nei set.

In avvio di terzo parziale è ancora Isernia a guidare il punteggio (2-5; 6-8). Taviano insegue per un po', poi si rimette sottobraccio con gli ospiti grazie ad una potente conclusione di Pinto (9-9). La Olio Pignatelli non ci sta, ed approfittando di un altro passaggio a vuoto della Stilcasa si porta sul 12-17. I pentri amministrano il vantaggio senza rischiare più di tanto, e fanno l'1-2 nei set in surplace, fissando sul 20-25 il punteggio finale del tabellone.

Nel game successivo la gara cresce per pathos agonistico. Gli uomini di Massimo Dagioni si rimettono in carreggiata, maturando sin da subito il break buono per comandare il parziale (dapprima sull'8-5, poi sul 14-9). Il divario tre le due squadre aumenta ancora quando Zanette stoppa a muro Tomasello (16-10) e punto più punto meno su tale misura rimane fino alla conclusione del set. Alla fine sarà 25-19 per Taviano.

Per la terza volta, su un totale di quattro gare giocate al PalaIngrosso in campionato, la sfida Taviano-Isernia finisce così al tie-break. Gli ospiti vanno avanti di quattro in apertura di parziale (2-6) ma al cambio di campo a comandare sono i padroni di casa (8-7 con un muro di Moretti su De Luca). Da qui in poi le due squadre marciano praticamente in parità, fino a quando una schiacciata vincente di Choholak ed un ace di Pinto producono il 13-11. Isernia ripara subito (13-13), sciupa un match ball (aut di Tamburo), ne annulla quattro a Taviano, e poi quando le capita sotto tiro la seconda possibilità di chiudere la partita non si fa sfuggire la ghiotta occasione per firmare il 18-20 che consente ai pentri di vincere nel Salento per la terza volta. Oggi, come per le precedenti occasioni, al termine di cinque combattutissimi set.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley: Isernia vince a Taviano dopo 5 agguerriti set

LeccePrima è in caricamento