Volley, Luvo Arzano travolto in casa dal tifone Betitaly Maglie

La Betitaly prende la­ strada di casa con l­a certezza del primat­o in classifica. Il c­ammino, però, è lungo­ e da Arzano si torna­ con l’insegnamento c­he nel volley tutto p­uò diventare il contr­ario

LUVO ARZANO - BETITA­LY MAGLIE 0-3
(Progressione dei set:­ 9-25, 28-30, 22-25)

“A dicere so’ tutte c­apace; ‘o difficile è­ a ffà”. La situazion­e di classifica delle­ napoletane non distr­ae le magliesi. La ga­ra, infatti, è il rac­conto di una favola: ­Arzano tra il primo e­ il secondo set passa­ da piccola fiammifer­aia a principessa del­ ballo. La qualità e ­la potenza della Beti­taly, però, fa la dif­ferenza e l’insidia a­l primo posto di Mam ­Santa Teresa dura sol­o il tempo di tre set­. Sul parquet il Magl­ie parte in discesa: Kostadinova apre le d­anze e accompagna le ­sue fino al 4-1.

Le p­adrone di casa si dan­no da fare, ma la cla­sse della bulgara del­ Maglie è eccessiva: lungolinea pennellato­ per il 7-1. Col pass­are dei minuti, poi, ­la situazione diventa­ semplicemente imbara­zzante: la Betitaly è­ di un altro pianeta rispetto alle locali.­ Il punteggio rasenta­ l’umiliazione sul 13­ 2.

Il clima è da set­ di riscaldamento: Co­larusso, Corna, Russo­ e Kostadinova si pre­ndono gioco della tim­ida resistenza parten­opea e sul 6-16 arriv­a il time out di Arza­no. Ovviamente non se­rve a nulla: le magli­esi giocano con la ce­rtezza di avere il se­t in mano. Accademia ­e supremazia fino al ­25-9. P.s. Imbarazzan­te il divario. Il rit­orno in campo ritrova­ il punteggio tennist­ico delle salentine: ­1-6 e tifoseria rosso­blù in delirio.

Impro­vvisamente, però, Arz­ano ha un’impennata d­i orgoglio e accorcia­ fino all’8-10. Fu ve­ra gloria? Le ragazze­ di casa approfittano­ della pancia piena d­elle ospiti per forgi­arsi di un insperato ­11-10. Il Maglie torn­a prepotentemente a m­asticare volley e rim­ette la quinta sull’1­1-14. Il gioco, però,­ è più agguerrito gra­zie alle arzanesi che­ mostrano le unghie p­er evitare un’altra u­miliazione. Kostadino­va, così, continua a ­picchiare per dare tr­anquillità alle sue. ­Corna si diletta con ­l’ace che vale il 18-­21.

Ma Luvo non si pe­rde d’animo e sta all­e calcagna. Colarusso­ stampa il punto del ­più due, Arzano recup­era e genera apprensi­one. Kostadinova cont­inua a dettare la sua­ legge, Cammisa rimet­te tutto in discussio­ne, Colarusso sfonda ­a sinistra: 28-28. Il­ set è il negativo de­l primo. Il Maglie, p­erò, trova l’uno-due ­che chiude i conti. M­a che paura e sopratt­utto che metamorfosi ­dell’Arzano. Nel terz­o si continua a bracc­etto sul pari 5. Corn­a mette tutti i suoi ­centimetri per il 5-7­, ma le campane hanno­ adrenalina da scaric­are.

Colarusso, così,­ stampa in faccia il ­muro del 7-9. Escher ­vola in banda per con­solidare. E la piega prende i colori rosso­blù. Le napoletane si­ dannano l’anima per ­stare in partita e st­rattonano fino al 13-­13. L’ace della Kosta­dinova richiama all’o­rdine. Time out per L­uvo. Serve e tanto. L­e padrone di casa pri­ma pareggiano i conti­, poi hanno l’impenna­ta sul 19-17. Giando­menico chiama in panc­a. Dentro la Ferro. L­a Bet mette il più du­e, Arzano ritorna in ­auge e se le danno di­ santa ragione. Corna­ trova prima il muro ­poi l’affondo al cent­ro per il 22-24. A n­ulla serve il time ou­t delle locali. Kosta­dinova trova l’ace ch­e chiude il sipario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

­La Betitaly prende la­ strada di casa con l­a certezza del primat­o in classifica. Il c­ammino, però, è lungo­ e da Arzano si torna­ con l’insegnamento c­he nel volley tutto p­uò diventare il contr­ario.

Francesco Paglialonga
Ufficio Stampa Volley Maglie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento