rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Volley

Aurispa Libellula, la prima volta in serie A di coach Marte: "Un treno da non perdere. Ora proviamo a fare risultato sempre"

Alessandro Marte, già vice allenatore, è diventato head coach dopo l'esonero di Grezio lo scorso 9 novembre

In estate il biglietto per salire sul treno della massima serie, un’occasione imperdibile. Da circa tre settimane però sta viaggiando con un biglietto “deluxe”: Alessandro Marte ha preso in mano la guida diretta dell’Aurispa Libellula Lecce (Fabrizio Grezio è stato esonerato il 9 novembre), formazione che milita in serie A3 girone Blu e che proprio nelle ultime due settimane ha ottenuto due vittorie importanti, contro Aversa prima e contro Sabaudia poi, invertendo un trend poco felice.

Se è la squadra a fare la differenza, il merito è anche di chi la squadra la guida. “C’è stata una scossa dopo le due sconfitte consecutive. Cosa è cambiato? E’ cambiata la consapevolezza dei propri mezzi, la squadra è più unita e concentrata, - spiega il coach – serviva tempo per maturare tutto questo. In palestra stiamo lavorando con ancor più determinazione, qualità e concentrazione”.

I risultati del girone hanno confermato nulla è facile, che ci sono le sorprese, che le big sulla carta possono inciampare, bisogna giocare sul campo. “In questo momento non abbiamo obiettivi a lungo termine, o meglio proviamo ogni volta a fare risultato dando il massimo, - spiega – prima dobbiamo qualificarci fra le prime otto e giocare la Coppa Italia, ecco a questo puntiamo. Quando sarà opportuno guarderemo la classifica e faremo eventuali calcoli. In altre interviste ho detto che sognare non costa nulla, vero ma guardiamo partita dopo partita”.

Per Alessandro Marte, di Felline, è la prima volta nella massima serie, dopo le esperienze in serie D, C e B. “Questa per me è una occasione importante, ringrazio chi ha permesso tutto ciò e poi chi mi ha dato fiducia per guidare la squadra. E’ ovvio che un pizzico di paura e timore c’erano, ma la voglia di fare, la determinazione nel crederci davvero hanno fatto la differenza facendomi accettare subito senza pensarci molto. Ripeto è un’occasione enorme e sto dando tutto me stesso, è ciò che voglio fare nella vita”.

Un treno da non perdere per il tecnico che ha iniziato ad allenare a 19 anni alcuni ragazzi del paese: “No, non passano tutti i giorni questi treni e bisogna saper cogliere l’attimo. Era destino: lo scorso anno, quello del Covid, sono stato fermo senza chiamate, quest’anno alleno la serie A3”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aurispa Libellula, la prima volta in serie A di coach Marte: "Un treno da non perdere. Ora proviamo a fare risultato sempre"

LeccePrima è in caricamento