rotate-mobile
Volley

B1. Melendugno sbanca Pomezia e continua a tallonare da vicino il primo posto

Undicesima vittoria consecutiva per la Narconon che non perde dalla partita di andata proprio contro le laziali

Quattro soli punti di distanza, le stesse ambizioni e il confronto tra due sorelle (Cecilia Oggioni da una parte e Carlotta dall’altra): oggi pomeriggio al PalaCupola di Pomezia c’erano tutti gli ingredienti giusti per dar vita a un match pallavolistico di grande livello e le attese non sono state deluse. Lo United padrone di casa è stato costretto a inchinarsi di fronte alla Narconon Melendugno, vicecapolista del girone E della B1 di volley femminile con ancora grandi possibilità di agganciare il primo posto occupato dall’Arzano. Il 3-1 premia le salentine per l’undicesima volta consecutiva, una striscia positiva impressionante e che ne ha spazzata via un’altra, proprio quella di Pomezia (8 successi di fila).

L’incontro odierno è cominciato con le ragazze di coach Napolitano subito intenzionate a far valere la loro miglior classifica. Il vantaggio rossonero, però, non è mai stato evidente, tanto è vero che Pomezia ha pareggiato dopo metà set i conti (16-16) e tenuto testa alla seconda forza del girone E. Alla fine, però, le pugliesi hanno trovato il guizzo giusto per sfruttare i due set point a favore e sbloccare il risultato grazie a un beffardo ace che ha lasciato di stucco le padrone di casa. Nel secondo parziale è andata in scena la grande voglia di rivalsa delle pometine.

Il 6-1 di partenza ha entusiasmato il pubblico del PalaCupola, peccato che Melendugno non abbia mai mollato un centimetro, riducendo progressivamente il gap nella parte conclusiva del set (20-19 per lo United) e arrendendosi di misura dopo il bel muro di Viglietti. Il momentaneo 1-1 ha convinto le pometine di poter dare nuovamente fastidio alla Narconon. Le rossoblu hanno sognato a lungo il sorpasso e il 14-12 provvisorio della terza frazione di gioco ha dato l’illusione dell’impresa. Sul 18-17 per lo United, però, le ragazze di coach Napolitano sono salite in cattedra, allungando e chiudendo con un attacco toccato dal muro e contestato dalla squadra di casa.

Il risultato del quarto set è stato identico e sempre favorevole alle salentine: Pomezia ha retto bene l’urto ed è rimasta a sole due lunghezze dalle avversarie fino al 20-22, poi ancora una volta la squadra ospite ha velocizzato gli attacchi, chiudendo la sfida e portandosi a casa la posta piena con un preciso attacco da posto 4 di Maruotti. Fra una settimana la Narconon andrà in trasferta a Marsala contro un avversario ancora in lotta per la salvezza. Il tabellino del match:

UNITED POMEZIA-NARCONON MELENDUGNO 1-3 (22-25, 25-22, 21-25, 21-25)

POMEZIA: Corvese, Grossi, Mordecchi, Bigioni, Frasca, Viglietti, Lanzi (L), Liguori, Oggioni, Marcelli, Palermo, Prete, Prati, Zannoni. All. Tarquini

MELENDUGNO: Caracuta, Zingoni, Oggioni (L), Favero, Stival, Antignano, Maruotti, De Pascalis, Troso, Maiorano, Salimbeni, Marra. All. Napolitano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B1. Melendugno sbanca Pomezia e continua a tallonare da vicino il primo posto

LeccePrima è in caricamento