rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Volley

Volley Galatina, il presidente: "Le istituzioni si sono dimenticate di noi"

Parla il presidente di Galatina, formazione retrocessa in B1 dopo la sconfitta ai playout con Ottaviano

"Le istituzioni sono state lontane e partecipativamente sorde. Nessun rappresentante istituzionale si è fatto sentire non comprendendo cosa significhi avere una squadra in serie A, seppur nella terza serie nazionale. Né un sussulto di gioia l’anno scorso (e non eravamo in campagna elettorale) per un secondo posto storico, né quest’anno un sentimento di dispiacere per la retrocessione, tutto è passato inosservato. Insomma nessuna attenzione verso di noi, né morale né economica. Ci sono però persone, operatori commerciali e tifosi   che in maniera ragionevole hanno capito i motivi che hanno influito negativamente sul nostro percorso agonistico, continuando a sostenerci nel rapporto collaborativo, dimostrandoci, vicinanza con parole di incoraggiamento e di rinsaldamento di partenariato. Noi vogliamo ripartire da questi esempi di positività e di cooperazione, chiamando a raccolta quanti hanno a cuore la pallavolo galatinese di Olimpia Sbv". Francesco Liguori, presidente del Galatina Volley, fa il bilancio della stagione, chiusa con amarezza per la retrocessione in B1 dopo i playout con Ottaviano. Il patron ha fatto alcune riflessioni, partendo proprio dalla parte isituzionale e non le ha mandate a dire.

“L’essere stati un importante veicolo promozionale della nostra Galatina per tutt’Italia, sia sotto l’aspetto sportivo e sociale che il volley sottende, sia come strumento di promozione turistica e marketing territoriale, ci inorgoglisce e ci spinge a non arrenderci. La delusione e il dispiacere per la retrocessione sono pari al disinteresse di chi non ha compreso i nostri sforzi, manifestando aspre critiche nei nostri confronti, stando alla finestra e ritenendosi soddisfatti dal nostro momento negativo" ha detto. 

"Una segnalazione di merito va fatta allo staff di tecnici e montatori che hanno garantito l’assemblaggio e controllo delle attrezzature di ripresa e video check per le gare sul campo di Taviano, in attesa dell’ultimazione dei lavori al Palazzetto di Via Montinari che diverrà, l’anno prossimo, la sede definitiva delle gare interne di Olimpia Sbv. Ancora un ringraziamento lo devo a tutta l’organizzazione dei settori giovanili, agli atleti, tecnici e dirigenti che ci hanno consentito di rispettare gli obblighi federali dei vari campionati. Nonostante una decapitazione estiva di alcuni organici, verificatasi per scelte diverse o per abbandoni, la difficoltà poteva rappresentare una grave falla nel settore; invece l’impegno di tanti atleti che si sono spesi su tre/quattro fronti, tra campionati di categoria (U.17-19) e di serie(A-C), ha consentito di non incorrere in sanzioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Galatina, il presidente: "Le istituzioni si sono dimenticate di noi"

LeccePrima è in caricamento