rotate-mobile
Volley

Melendugno, un altro passo verso l’A2: gara 1 della finale play-off contro Altino si tinge di rosso e nero

A Lecce le ragazze di coach Napolitano cominciano la serie nel migliore dei modi: la promozione potrebbe arrivare già mercoledì in Abruzzo

Tre settimane di “assenza” dai campi e non sentirle. La Narconon Melendugno ha ripreso la propria marcia trionfale esattamente da dove l’aveva interrotta lo scorso 6 maggio, quando era riuscita ad agguantare il primo posto nel girone E della B1 di volley femminile all’ultimo respiro. Oggi la squadra salentina ha disputato la prima gara della finale play-off che mette in palio la Serie A2 contro la Tenaglia Altino e non poteva arrivare risultato più entusiasmante. Il team di coach Napolitano ha regolato le abruzzesi a Lecce con un sonoro 3-0, impedendo fin da subito alle avversarie di entrare in partita.

È stata una vittoria agevolata dalla solidità del muro rossonero che ha evitato a giocatrici come Orazi e Montechiarini di fare la differenza come spesso è avvenuto in questa stagione. Fra tre giorni potrebbe già arrivare il verdetto tanto atteso, quella A2 che la società del presidente Lugibello ha annunciato senza mezzi termini la scorsa estate. Con un successo ad Altino, Melendugno sarebbe infatti promosso, ma di sicuro bisognerà attendersi ben altro match rispetto a quello odierno. Capitan Caracuta e compagne hanno cominciato col piglio giusto fin dal primo set. La Narconon si è costruita un buon margine che è stato messo in pericolo soltanto quando la Tenaglia Altino si è portata sul -1 (15-14).

Da quel momento la fuga rossonera è proseguita in maniera quasi ininterrotta, come ben testimoniato dalle sei palle set che hanno spalancato le porte verso l’1-0. Nella seconda frazione di gioco, invece, le salentine hanno dovuto fare i conti con l’inevitabile voglia di rivalsa delle abruzzesi. Le ospiti hanno conquistato con merito un perentorio 12-8, risultato che ha costretto coach Napolitano a chiamare un provvidenziale time-out. La strategia ha funzionato, visto che con un incredibile 6-0, Melendugno ha ribaltato il punteggio e non si è più fermata. Il muro è tornato a funzionare alla perfezione e il 25-21 ha consentito alle padrone di casa di raddoppiare.

Il terzo parziale è stato senza storia per merito di una Narconon affamata come non mai. Il vantaggio rossonero non si è mai assottigliato in modo pericoloso e con sette palle match a disposizione, le salentine non hanno avuto problemi nel chiudere la contesa. Sugli scudi una superlativa Stival con i suoi 19 punti, ma anche Maruotti (13), Zingoni (9) e Antignano (8) hanno contribuito ad arricchire il bottino. Chi ben comincia è a metà dell’opera, mercoledì si vedrà se questo famoso proverbio sarà valido anche per Melendugno. Il tabellino del match:

NARCONON MELENDUGNO-TENAGLIA ALTINO 3-0 (25-19, 25-21, 25-17)

MELENDUGNO: Caracuta 3, Stival 19, Maruotti 13, Favero 3, Antignano 8, Zingoni 9, Oggioni (L), Salimbeni, Maiorano. N.E.: Troso, Marra, De Pascalis (L). All. Napolitano

ALTINO: Orazi 11, Giometti 10, Picchi 1, Civardi 7, Montechiarini 7, Antonaci 2, Conti (L), Ferrara 2, Papa, Graziani 3, Tarantino. N.E.: Fanelli e Natalizia (L). All. Giandomenico

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melendugno, un altro passo verso l’A2: gara 1 della finale play-off contro Altino si tinge di rosso e nero

LeccePrima è in caricamento