rotate-mobile
Volley

La Narconon Melendugno cade in Abruzzo: la promozione in A2 si deciderà domenica a Lecce

La Tenaglia Altino ha pareggiato i conti in gara 2 grazie a un 3-1 beffardo, condizionato da due set persi ai vantaggi

Non è andata come ci si sarebbe aspettati, ma la Narconon Melendugno non ha nulla da rimproverarsi. Gara 2 della finale play-off che mette in palio la Serie A2 del volley femminile se l’è aggiudicata la Tenaglia Altino che ha così pareggiato la serie dopo il ko subito a Lecce domenica scorsa. È proprio nella città salentina le rossonere avranno una seconda chance per l’atteso salto di categoria, visto che il Palazzetto “San Giuseppe da Copertino” ospiterà il terzo e decisivo incontro domenica 4 giugno (fischio d’inizio alle 17:30). Le abruzzesi dovevano gettare il cuore oltre l’ostacolo e ci sono riuscite, ma non senza faticare.

Ne è venuto fuori un 3-1 in cui hanno fatto la differenza il primo e il terzo set, conquistati dalla squadra di casa ai vantaggi. È la testimonianza che la sfida è più equilibrata di quanto gara 1 aveva lasciato credere, ma le ragazze di coach Napolitano erano preparate anche a questo. Nella prima frazione di gioco, il punteggio è rimasto inchiodato a lungo sulla parità (17-17), prima che Altino tentasse la zampata decisiva. Con tre set point a disposizione, l’1-0 è sembrato imminente, ma Melendugno ha avuto la forza di reagire, prolungare il parziale e fallire persino la palla set che avrebbe potuto scrivere un’altra storia.

Nel secondo set, l’equilibrio è stato ancora una volta una presenza fissa. Nonostante il buon avvio abruzzese e il vantaggio accumulato, le salentine hanno rimontato di nuovo e messo la freccia (21-20), chiudendo il parziale con un margine rassicurante per il momentaneo 1-1. Tutto si è quindi deciso nel terzo set. In questo caso sono state le ospiti a guidare a lungo il parziale, accumulando anche quattro punti di vantaggio, ma per la seconda volta sono stati decisivi i vantaggi. La Narconon non è riuscita a mettere a frutto la palla set che l’avrebbe portata sul 2-1 e la Tenaglia Altino non si è fatta pregare, ribaltando le sorti della partita.

Il quarto set è stato quello in cui le padrone di casa hanno guidato il punteggio fin dall’inizio, chiudendo con merito sul 25-21. Non sono bastati i 19 punti di Maruotti e i 14 di Favero, senza dimenticare Antignano e Stival che hanno ugualmente chiuso in doppia cifra. Fra tre giorni si scoprirà il verdetto che tutti i tifosi salentini sperano si possa tingere di rosso e di nero. Il tabellino del match:

TENAGLIA ALTINO-NARCONON MELENDUGNO 3-1 (27-25, 22-25, 26-24, 25-21)

ALTINO: Orazi 20, Giometti 19, Picchi 1, Civardi 15, Montechiarini 9, Antonaci 5, Conti (L), Natalizia (L), Ferrara 1, N.E.: Papa, Graziani, Tarantino, Fanelli. All. Giandomenico

MELENDUGNO: Caracuta 2, Stival 11, Maruotti 19, Favero 14, Antignano 12, Zingoni 9, Oggioni (L), Salimbeni, Maiorano. N.E.: Troso, Marra, De Pascalis (L). All. Napolitano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Narconon Melendugno cade in Abruzzo: la promozione in A2 si deciderà domenica a Lecce

LeccePrima è in caricamento