rotate-mobile
Volley

Melendugno, la salvezza arriva all'ultima giornata: anche il prossimo anno sarà A2

La formazione salentina ha battuto Pescara, ma la certezza di aver mantenuto la categoria è giunta in anticipo sul fischio finale grazie al risultato di Olbia-Bologna

Impresa doveva essere ed impresa è stata. La Narconon Melendugno ha ottenuto la salvezza nel campionato di Serie A2 di volley femminile proprio all’ultimo respiro, un po’ come avvenuto nella scorsa stagione quando salì di categoria. In quel caso fu necessaria gara-3 della finale play-off con la Tenaglia Altino per il primo storico approdo in Serie A, stavolta è servita l’ultima giornata della Pool Salvezza per avere la certezza matematica della permanenza in questo campionato così difficile ma affascinante.

Narconon Melendugno a un passo dalla salvezza, l’obiettivo è riempire il palazzetto

Le salentine avevano bisogno dei tre punti nel 28° turno stagionale al Palazzetto “San Giuseppe da Copertino” di Lecce contro la Sirdeco Pescara: la missione non era impossibile visto che le abruzzesi hanno perso tutti i match disputati quest’anno, però l’avversario non andava ugualmente sottovalutato. Il primo set ha visto la Sirdeco minacciosa fino a tre quarti di parziale, poi le padrone di casa sono riuscite a dilagare, lasciando alle ospiti soltanto 17 punti. Nella seconda frazione di gioco, poi, la Narconon si è letteralmente scatenata.

L’allungo sul 16-9 ha fatto impazzire la tifoseria lasciando intravedere il traguardo della salvezza sempre più vicino, poi un piccolo rilassamento ha rimesso in gioco le pescaresi (16-12). Giusto un piccolo brivido perché poi la squadra di coach Morales non si è più fermata, conquistando il 2-0 con un perentorio 25-13. Sulle ali dell’entusiasmo è poi giunta la notizia che in contemporanea Olbia stava battendo la VTB Bologna, rendendo così una pura formalità il resto della partita delle salentine.

Per la cronaca la Narconon ha vinto anche il terzo set con il punteggio di 25-16 festeggiando insieme al proprio pubblico e dandogli appuntamento al prossimo anno. Non è stata una stagione semplice ma le emozioni forti non sono mancate nelle 28 giornate contraddistinte da 10 successi e 18 ko: capitan Caracuta e compagne hanno sempre creduto in questo obiettivo, come pure coach Napolitano prima e mister Morales poi. Ora c’è spazio solo per le giuste celebrazioni, poi si comincerà a pensare al futuro, un futuro che avrà ancora il profumo della Serie A.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melendugno, la salvezza arriva all'ultima giornata: anche il prossimo anno sarà A2

LeccePrima è in caricamento