Sabato, 13 Luglio 2024
Volley

Narconon Melendugno, una squadra più “esperta” per andare oltre la salvezza

L’età media del roster è cresciuta di oltre un anno rispetto all’ultima stagione: il club salentino può diventare la mina vagante della Serie A2

Oscar Wilde invitava a diffidare delle donne che dicevano la loro vera età in quanto capaci di tutto. Lo stesso potrebbe dirsi della Narconon Melendugno 2024-2025, una squadra che non ha alcuna paura di mostrare con orgoglio la propria età media, un dettaglio interessante per capire come la formazione salentina affronterà la seconda stagione di fila in Serie A2. ll mercato del club leccese è stato caratterizzato da un dato di fatto, è aumentato il valore anagrafico che passerà nel giro di un campionato da 23,84 a 25 anni tondi tondi.

Lo scorso anno, infatti, le due cifre estreme erano quelle di capitan Caracuta (classe 1987 e 36enne ai nastri di partenza della stagione 2023-2024) e di Lisa Esposito, appena 18enne a inizio campionato. Nel corso del campionato 2024-2025, Caracuta sarà ancora una volta la veterana del gruppo, anche se con dodici mesi in più, con la giocatrice più giovane che sarà nuovamente una neo-maggiorenne, Aurora D’Onofrio (classe 2006). A fare la differenza saranno le altre compagne di squadra nel pieno della loro carriera sportiva e vogliose di mettere a disposizione di Melendugno l’esperienza maturata finora.

Del nuovo roster fanno parte atlete abituate a lottare per classifiche importanti in A2 oppure che si sono già cimentate con l’A1, dunque il club pugliese non può più nascondersi. Si partirà inevitabilmente con l’obiettivo della seconda salvezza consecutiva in Serie A, però una squadra tanto “esperta” può e deve andare oltre il semplice mantenimento della categoria. Di sicuro in A2 ci sono diverse avversarie attrezzate per la promozione e che partono con i favori del pronostico, ma le melendugnesi non sono da meno, anzi possono ricoprire senza problemi il ruolo di mina vagante del torneo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Narconon Melendugno, una squadra più “esperta” per andare oltre la salvezza
LeccePrima è in caricamento