rotate-mobile
Volley San Cassiano

Volley San Cassiano, il presidente sogna in grande: “Vogliamo la promozione in C”

L’imprenditore, originario di Cerignola ma salentino d’acquisizione, patron della squadra femminile, Vincenzo Giannatempo, racconta obiettivi di un progetto ambizioso: “Accolto come un figlio, abbiamo creato una famiglia”

SAN CASSIANO - Da Foggia a Lecce per seguire l’impresa familiare senza sottrarsi mai al richiamo di nuove e avvincenti sfide: Vincenzo Giannatempo, imprenditore 39enne che opera nel settore dei prodotti orticoli surgelati, è a tutti gli effetti ormai un “salentino” d’acquisizione, nonostante non rinneghi mai le sue origini e sia fiero delle proprie radici.

Con Cerignola nel cuore, ha scelto come posto di riferimento San Cassiano, un po’ per necessità lavorativa di occuparsi più da vicino della propria azienda, ma anche perché è diventato in qualche modo “casa” sua con le amicizie e le passioni coltivate nella sua ormai lunga permanenza.

E seppure il calcio rappresenti il primo amore, soprattutto con quel tifo sfegatato per l’Audace, la squadra della sua città, l’imprenditore sta vivendo una seconda passione sportiva, quella per il volley, dopo aver deciso di sposare la causa della locale squadra femminile, con l’obiettivo di provare a renderla più competitiva nel campionato regionale di secondo livello serie D e raggiungere, magari in tempi brevi, il salto di categoria.

Una scelta “nata quasi per gioco” racconta, come “sfida personale anche con se stesso”: “Provengo da un mondo totalmente diverso – spiega -, quello del calcio, ma in estate ho deciso di sposare questo progetto con la ‘vecchia guardia’ della Volley San Cassiano. Mi sono interfacciato con Angelo Escole e Rosario Fanciullo, che da subito hanno preso in considerazione le mie idee. Così parlando con i miei soci siamo arrivati a questo ‘matrimonio’ tra il Cerignola e la volley San Cassiano a patto che si portassero i colori della mia città in questo paese del Salento che da subito mi ha accolto come un figlio”.

E così San Cassiano diventa la “Sal.Gel” dal nome della nota azienda (che opera da decenni sul territorio), e veste i colori sociali, il gialloblu, del Cerignola. Ma Giannatempo ha istruito per tempo i suoi soci: “Ho detto loro – afferma con una punta d’ironia - di avere un unico ‘difetto’, quello di non saper perdere”.

Così racconta di essermi messo a lavoro con loro per rinforzare e rendere competitivo un organico già di per sé valido con giovani ragazze talentuose, inserendo qualche innesto d'esperienza: “Devo ringraziare chi come Palano, Renna, Fanciullo hanno creduto subito in me e nell’idea, accettando questa sfida che ha come obiettivo finale la promozione in C. A loro si sono aggiunte con lo stesso entusiasmo Sara e Laura Stefanelli, così come Radu, che hanno completato questa rosa che ci sta dando tante soddisfazioni”.

Non nasconde gli obiettivi, dunque, il presidente Giannatempo, alla faccia della scaramanzia, e traccia un bilancio della stagione in corso, dove seppur tra qualche battuta d’arresto per via di problemi fisici e infortuni capitati ad alcune atlete, la squadra ha dimostrato doti umane e sportive, viaggiando al secondo posto e lottando per il campionato: “Non posso che complimentarmi con i mister, nei confronti dei quali ho avuto da subito grande stima e fiducia, e con le ragazze tutte, dal gruppo già esistente ai nuovi innesti, per il lavoro svolto fino ad oggi e anche per la pazienza di sopportare le mie non rare sfuriate”.

Si coccola le sue ragazze il presidente definendole “un gruppo eccellente che nonostante qualche momento (anche fisiologico) di smarrimento non si è mai arreso”: “I risultati – sottolinea - parlano da sé”.

Poi c’è il rapporto col territorio, col tifo e il pubblico che vive con trasporto il legame con questa squadra: “Devo fare un grande plauso ai nostri sostenitori – afferma -, perché rivedere il palazzetto pieno è una gioia per tutti. Ecco, loro sono l’arma in più. Credo sia che giusto ringraziare il settore giovanile che oltre a dare soddisfazioni sul campo è sempre presente sugli spalti per sostenere la prima squadra, come in una grande famiglia. Questa, al di là di tutto, è per me la vittoria più grande”.

Ma domani si torna in campo e lo si fa con una delicata trasferta a Ruffano. E qui, un po’ di scaramanzia si fa sentire, anche se Giannatempo continua a manifestare fiducia verso la propria squadra: “Ci aspetta una partita ostica ma son sicuro che se scendiamo in campo con la giusta determinazione porteremo a casa i tre punti. Da qui in avanti avremo una serie di tante finali che non dobbiamo sbagliare: incrociamo le dita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley San Cassiano, il presidente sogna in grande: “Vogliamo la promozione in C”

LeccePrima è in caricamento