rotate-mobile
Volley

Vito Morales, l’allenatore salentino che ha portato Melendugno alla salvezza

Classe 1970, originario di San Vito dei Normanni, ha preso le redini della squadra lo scorso febbraio

Sono passate poco meno di due settimane dalla storica salvezza della Narconon Melendugno nella Serie A2 di volley femminile. Un obiettivo raggiunto da neopromossa e quindi ancora più importante. L’artefice di questa permanenza nella seconda categoria nazionale è coach Vito Morales che ha preso le redini della squadra da Bruno Napolitano a febbraio. Sono stati mesi non semplici, ma l’allenatore originario di San Vito dei Normanni, ha tenuto duro.

In particolare, ha ripercorso l’impresa tramite i canali ufficiali del club salentino: “È stato un campionato impegnativo, il debutto nella seconda serie nazionale è stato uno step importante. Come società sapevamo che l’asticella si sarebbe alzata e che quindi sarebbe servito maggiore impegno. Sin dall’inizio tutti abbiamo creduto nel ben figurare e nel poter far sempre meglio, l’obiettivo finale era quello di conservare la categoria.  Ogni giorno ci siamo impegnati per far si che si potesse migliorare la posizione in classifica, speravamo anche di conquistare la pool promozione, ma non è accaduto”.

Poi un focus sulla scelta societaria ricaduta su di lui: “Quando c’è stato il cambio di allenatore e mi apprestavo a prendere in mano la squadra ho valutato che le responsabilità sarebbero state maggiori, ma ho sempre creduto nel nostro gruppo. Ho accettato proprio perché credevo che la salvezza si sarebbe potuta raggiungere. Tutti insieme, infatti, abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati superando le difficoltà: l’importante era mantenere la serie A, un traguardo prestigioso per la piazza”.

Di sicuro è stata un’emozione fortissima: “Per me è stata un’esperienza impegnativa ma bella e positiva. Nell’ultimo match con il Pescara sapevamo che la posta in palio era molto alta e dovevamo portare a casa i punti, in verità avremmo potuto raggiungere la salvezza con qualche settimana di anticipo, ma così non è stato per alcune performance non ottimali da parte nostra. L’esperienza di quest’anno è servita tanto a tutti per capire le dinamiche e anche l’impegno economico per la società, ne abbiamo fatto tesoro per ricominciare una nuova avventura. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato in prima persona e dietro le quinte”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vito Morales, l’allenatore salentino che ha portato Melendugno alla salvezza

LeccePrima è in caricamento