rotate-mobile
LeccePrima

"A forza di essere donna" e "Conversazioni al femminile" per il progetto "Valore donna"

Andrà in scena dal 23 al 26 novembre 2023, in quattro comuni del Salento, lo spettacolo inserito nel progetto ‘del bando promosso dalla Presidenza del Consiglio della Regione Puglia ‘Futura. La Puglia per la parità

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

GALATONE - Andrà in scena dal 23 al 26 novembre 2023, in quattro comuni del Salento, lo spettacolo ‘A forza di Essere Donna’ dell’Ass. Tracce Creative, inserito nel progetto ‘Valore Donna’, uno dei progetti vincitori del bando promosso dalla Presidenza del Consiglio della Regione Puglia ‘Futura. La Puglia per la parità’. Lo spettacolo debutterà giovedì 23 novembre (ore 20.45) presso la sala teatrale della Masseria Storia a Lecce, per poi proseguire le sue repliche a Giuggianello, nella Sala consiliare, venerdì 24 novembre alle ore 21. In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, sabato 25 novembre, andrà in scena presso il Palazzo ducale di Presicce (ore 21.00). La tournée si chiuderà domenica 26 novembre a Galatone presso il Teatro comunale alle ore 20.45.

Lo spettacolo è la narrazione di vite ed esperienze umane che hanno preso certe strade e hanno prodotto certi esiti soltanto grazie all’azione incisiva e decisa delle donne. Si tratta di storie ed esperienze in cui ogni donna, “a forza di essere donna”, ha investito le sue migliori energie, modellando le situazioni con la particolare cifra del proprio universo. La scena si popola di vicende che focalizzano la grammatica dell’agire femminile in un percorso che mette insieme protagoniste che hanno dato tutto ciò che potevano in ambito lavorativo, sociale ma anche emotivo. Coraggio, temerarietà, acume e resistenza sono solo alcune componenti dell’attività di donne di ieri e di oggi. Lavoratrici, contadine, leader in carriera, operaie, eroine, giovani laureate sottopagate… a forza di essere donne lottano e superano gli ostacoli, oppure soffrono e sono costrette a soccombere ma, in un caso o nell’altro, si esprimono incondizionatamente con passione e profondità di sguardo.

Alcune sono personalità d’autore, ritratte dal genio di Pirandello o di Ovidio. Altre sono artefici di cambiamenti epocali o protagoniste in lotta con le convenzioni sociali e le superstizioni, altre ancora personaggi al centro di leggende e riti. Insomma, si tratta di figure dense e attaccate alla vita, sia che provengano dalla vita contadina sia che vivano nella società tecnologica e iperconnessa. Le ascolteremo nella parola e nel canto, nell’urlo e nel lamento in un dialogo mai interrotto con la Terra e con il Cielo che, a forza di essere donna, continueranno a squarciare e a irradiare di anima e di potenza. In scena con Salvatore Della Villa, che ne cura anche la regia, Chiara Serena Brunetta, Daniela Scozzaro, Serena Serra, Monia Politi, il chitarrista chitarra Lucio Margiotta. Elaborazione testi di Maria Domenica Muci. Le repliche del 25 e 26 novembre saranno precedute da due conversazioni, moderate entrambe da Maria Domenica Muci.

La prima conversazione sarà ‘L’Essere Donna’, alle ore 19.30 presso il Palazzo ducale di Presicce. “Un raggio di sole è sufficiente per spazzare via molte ombre”, diceva San Francesco. In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne (25 novembre), l’Ass. Tracce Creative ha scelto di non sostare nel cono d’ombra della violenza, ma sotto quel “raggio di sole” che può fugare il disagio femminile. Durante l’incontro interverranno operatrici della cura, impegnate da molti anni nello sviluppo del benessere e nel supporto al disagio e alla discriminazione delle donne: Angela Ponzo, Segretario Pro Loco Presicce, Anastasia Cosi, Presidente Associazione SpazioDonna, Marisa Stivala, Fondatrice di SpazioDonna e Claudia Imperato, naturopata.

L’incontro è organizzato in collaborazione con la Pro Loco di Presicce. SpazioDonna è un’associazione nata nel 2004 a Presicce per diffondere la cultura della parità di genere e di non discriminazione e per promuovere una corretta informazione, finalizzata a contrastare la violenza sulle donne. Spazio Donna offre percorsi di aiuto e sostegno psicologico e legale alle donne, sempre nel rispetto della riservatezza e dell’anonimato. È ben inserita nel tessuto sociale del territorio e collabora in sinergia con altre istituzioni, fungendo da anello di congiunzione tra Centri antiviolenza, Forze dell’Ordine e Servizi Sociali. La seconda conversazione ‘Donna e Creazione’ è prevista per domenica 26 novembre alle ore 19.00 presso Teatro comunale di Galatone. Esistono delle specifiche modalità femminili di azione creativa nei percorsi professionali? Quali sono le principali differenze di approccio agli ambiti lavorativi tra le donne e gli uomini? Quali ‘ingredienti’ specificamente femminili hanno immesso le donne, una volta giunte a ricoprire ruoli professionali che storicamente venivano ricoperti da uomini?

Interverranno, dopo i saluti istituzionali dell’Ass. Pina Antico, delegata alle Pari Opportunità del Comune di Galatone e del Presidente Commissione Pari Opportunità - Comune di Galatone, Luigi Grasso, Monia Politi, Pres. Tracce Creative e chimico industriale; Gilda De Giorgi, psicologa e psicoterapeuta; Emanuela Galati, avvocato e Autrice; Francesca Iaconisi, stilista; Tonina Martalò, magistrato; Sabrina Quaranta, biologa nutrizionista; Marisa Stivala, fondatrice Ass. SpazioDonna. Di seguito, brevissime biografie delle ospiti: Monia Politi. Laureata a Pisa in Chimica Industriale, lavora in Enel nell’Unità People Empowerment Competence Center e si occupa di formazione e sviluppo del personale. Vive e opera tra Brindisi e Lecce. Si è formata in ambito musicale e si occupa di musica popolare. Ha ideato e fondato l’Associazione “#UnChimicoonTheRoad”. È Presidente dell’Ass. culturale “Proposte” e di “Tracce Creative Aps”. Gilda De Giorgi. psicologa psicoterapeuta ad orientamento psicodinamico-sociocostruttivista, esercita la libera professione in diversi contesti istituzionali e socioculturali, impegnandosi, tra attività clinica e di sensibilizzazione, ad una prevenzione primaria e secondaria della violenza di genere e collaborando nella progettazione di percorsi e seminari dedicati con Comuni, associazioni e scuole del territorio.

Emanuela Galati. Avvocato del Foro di Lecce presso il proprio studio professionale, ha prestato attività di consulenza legale esterna presso NewCo RAI International. È autrice del libro "La Maledizione della Verità', che tratta il tema del libero arbitrio e ha per protagonista una donna, coraggiosa cercatrice di verità nascoste. Il libro ha la veste di uno psyco-thriller ma anche la sostanza di un saggio, in cui si esplorano esperienze di vita ispirate ai principi di verità e di libertà dell’anima. Francesca Iaconisi. Fashion Designer, classe ’82, fonda il suo Slow brand Silente nel 2007. “L’abito sussurra silente ciò che sei” è la filosofia del brand che fin dagli esordi si fa portavoce di un approccio all’abbigliamento proiettato alla valorizzazione dell’Io in quanto espressione del Sé più autentico, indipendentemente dalle effimere mode del momento e in antitesi col principio di obsolescenza forzata dell’oggetto-moda. Tonina Martalò. In magistratura dal 1996, prima in servizio presso il Tribunale di Rossano, con le funzioni di giudice civile e penale. Trasferita al Tribunale di Brindisi nel 2002, ha svolto prima le funzioni di giudice penale e poi di giudice per le indagini preliminari. Dal 2010 al gennaio 2019 ha esercitato il ruolo di gip e gup distrettuale. Da quella data a tutt'oggi è consigliere penale d'appello a Lecce, anche con funzioni di giudice della Corte di Assise di appello.

Il progetto Valore Donna è stato ideato da Tracce Creative, nell’ambito dell’Avviso pubblico ‘Futura. La Puglia per la parità’ promosso dalla Presidenza del Consiglio della Regione Puglia, grazie alla collaborazione e al supporto del Comune di Galatone, del Comune di Giuggianello, del Comune di Presicce-Acquarica, della Pro Loco di Presicce, dell’Ass. SpazioDonna, della Compagnia Salvatore Della Villa, dell’ospitalità di Masseria Storia. Info e Prenotazioni: Per la partecipazione alle repliche dello spettacolo ‘A forza di Essere Donna’ è obbligatoria la prenotazione telefonica con WhatsApp al 329.7155894. Ingresso gratuito per tutti gli eventi. L’Avviso pubblico ‘Futura. La Puglia per la parità’, ha promosso l’attivazione di progetti finalizzati alla sensibilizzazione sul tema della parità di genere e consentire la decostruzione degli stereotipi per incidere sulla consapevolezza sociale del fenomeno e sul superamento della cultura patriarcale che permea la società civile, e che mettano al centro lo sguardo delle donne sul mondo per avviare un cambio di paradigma e orientare le comunità verso un pensiero nuovo, nuova energia e visione di futuro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A forza di essere donna" e "Conversazioni al femminile" per il progetto "Valore donna"

LeccePrima è in caricamento