Mercoledì, 27 Ottobre 2021
/~shared/avatars/42703089501661/avatar_1.img

Chi C'è

Rank 2.0 punti

Iscritto lunedì, 2 giugno 2014

Il centrodestra a difesa di “Sentinelle in piedi”. Interrogato ministro dell’Interno

"in Italia non esiste affatto un’emergenza di violenza e discriminazione nei confronti di omosessuali e transessuali. Infatti, dal settembre 2010 fino a dicembre 2013 l'Oscad, Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori,monitora tutte le segnalazioni a presunti reati a sfondo discriminatorio motivati da origine etnica o razziale, genere, convinzioni religiose, orientamento sessuale, identità di genere, disabilità, età, lingua… e si é certificato che in più di tre anni di attività dell’osservatorio sono pervenute all’Oscad 83 segnalazioni (una media di 28 all’anno), relative complessivamente ad offese, aggressioni, lesioni, istigazione alla violenza, danneggiamenti, casi di suicidio e minacce relativi all’orientamento sessuale (un caso all’anno in media ogni 2 milioni di abitanti)"

7 commenti

Il centrodestra a difesa di “Sentinelle in piedi”. Interrogato ministro dell’Interno

"... ad Onor del vero la questura non ha mandato nessuna forza dell'ordine per controllare che la manifestazione non degenerasse ...se poi si vuole dire che la polizia c'era perchè un poliziotto è passato per caso di lì (senza l'autorizzazione della questura ad intervenire) o perchè presente all'interno della provincia fate pure. E' vero in Italia sono presenti molti problemi "essenziali" da risolvere (la disoccupazione giovanile, le difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese), ma non per questo bisogna trascurare altri anch'essi importanti. Il ddl Scalfarotto se approvato non permetterebbe alle persone di esprimere opinioni riguardo a temi molto importanti che riguardano soprattutto il futuro dei nostri figli. Chiunque, se la legge fosse approvata, dicesse chiaramente che il matrimonio è tale se formato dall'unione di un uomo e di una donna o che un bambino, per il suo benessere, non dovrebbe essere adottato da coppie dello stesso sesso rischierebbe la reclusione con la successiva "rieducazione" in associazioni LGBT (dato che potrebbero essere considerati come dichiarazioni omofobe). Sottolineo che si può anche non essere d'accordo con tali affermazioni ma nessuno deve avere il potere di impedire un civile confronto su tali tematiche e imporre il proprio "pensiero unico"."

7 commenti

Il centrodestra a difesa di “Sentinelle in piedi”. Interrogato ministro dell’Interno

"in Italia non esiste affatto un’emergenza di violenza e discriminazione nei confronti di omosessuali e transessuali. Infatti, dal settembre 2010 fino a dicembre 2013 l'Oscad, Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori,monitora tutte le segnalazioni a presunti reati a sfondo discriminatorio motivati da origine etnica o razziale, genere, convinzioni religiose, orientamento sessuale, identità di genere, disabilità, età, lingua… e si é certificato che in più di tre anni di attività dell’osservatorio sono pervenute all’Oscad 83 segnalazioni (una media di 28 all’anno), relative complessivamente ad offese, aggressioni, lesioni, istigazione alla violenza, danneggiamenti, casi di suicidio e minacce relativi all’orientamento sessuale (un caso all’anno in media ogni 2 milioni di abitanti)"

7 commenti

Il centrodestra a difesa di “Sentinelle in piedi”. Interrogato ministro dell’Interno

"... ad Onor del vero la questura non ha mandato nessuna forza dell'ordine per controllare che la manifestazione non degenerasse ...se poi si vuole dire che la polizia c'era perchè un poliziotto è passato per caso di lì (senza l'autorizzazione della questura ad intervenire) o perchè presente all'interno della provincia fate pure. E' vero in Italia sono presenti molti problemi "essenziali" da risolvere (la disoccupazione giovanile, le difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese), ma non per questo bisogna trascurare altri anch'essi importanti. Il ddl Scalfarotto se approvato non permetterebbe alle persone di esprimere opinioni riguardo a temi molto importanti che riguardano soprattutto il futuro dei nostri figli. Chiunque, se la legge fosse approvata, dicesse chiaramente che il matrimonio è tale se formato dall'unione di un uomo e di una donna o che un bambino, per il suo benessere, non dovrebbe essere adottato da coppie dello stesso sesso rischierebbe la reclusione con la successiva "rieducazione" in associazioni LGBT (dato che potrebbero essere considerati come dichiarazioni omofobe). Sottolineo che si può anche non essere d'accordo con tali affermazioni ma nessuno deve avere il potere di impedire un civile confronto su tali tematiche e imporre il proprio "pensiero unico"."

7 commenti
LeccePrima è in caricamento