Mercoledì, 22 Settembre 2021
/~shared/avatars/16571103528302/avatar_1.img

Pentastellato

Rank 34.0 punti

Iscritto lunedì, 7 novembre 2011

Controllo e trasparenza in Comune. Minerva e M5S puntano sull’Osservatorio

"Il Movimento5stelle a Gallipoli non esiste.

Solo gli eletti o i candidati, questi strettamente nel periodo elettorale, possono parlare per non e per conto del M5S.
La situazione a Gallipoli è insostenibile ma non mi arrendo. Ho intenzione di denunciare, speriamo questa volta non invano, l’uso scorretto del nome M5S da parte di alcune persone. Anche se lo fanno per iniziative che potrebbero sembra “buone”, voglio mettere alla luce la slealtà nel far passare l’idea che il movimento a Gallipoli sia rappresentato, e quindi abbia un eletto, soprattutto dopo la disavventura delle scorse amministrative.
Nelle foto degli articoli di giornale e dai post (https://m.facebook.com/story.php…) che l’opposizione in Consiglio Comunale, rappresentata con tre consiglieri da Gallipoli Futura, si deduce una convergenza tra il sindaco Minerva (PD) ed il M5S a proposito del fumoso Osservatorio sulla legalità.
Si tratta di una struttura inibita al cittadino perché accessibile solo ad enti ed istituzioni rappresentate da sindaco e consiglieri. “Il Sig. Sindaco, da uomo di apparato coglie nell'idea del Movimento 5 stelle, l'ingenuità di una costruzione barocca del controllo e della legalità…Vede bene una specie di Commissione che definisce "Osservatorio". Piace la funzione di osservazione, a queste persone e agli amici di 5 stelle, fa osservare, ma non fa toccare e sfiorare neanche il pensiero di una valutazione, gli fa osservare come si osservano i fenomeni, astronomici, da lontano, per non snaturare il sistema di illegalità che ha già corposamente alimentato. E i grillini sono contenti al cospetto delle stelle”, questo dicono i consiglieri dell’associazione civica Gallipoli Futura nei confronti del M5S.
Tutti, a cominciare dai portavoce del movimento, dovrebbero fare attenzione all’uso del nome M5S da parte di un gruppo di persone che ha contribuito affinchè il M5S non si presentasse all’ultima tornata elettorale. I cittadini di Gallipoli non hanno trovato il logo pentastellato sulla scheda al momento del voto. Ora invece lo trovano “magicamente” scritto sulle pagine dei giornali ed affiancato a quello del Pd.
Chi usa il nome ed il logo, anche se leggermente modificato, del m5s non essendo un eletto o un candidato commette un abuso secondo il regolamento della stessa organizazione politica approvato da poco e può essere espulso."

4 commenti

Comitato No-Triv Gallipoli in campo. Parte la mobilitazione referendaria

"Questo è il comunicato completo del comitato di volontariato NO Triv di Gallipoli:

Abbiamo formato un gruppo attivo sul territorio, il "Comitato volontario No triv Gallipoli", senza loghi e bandiere, aperto a tutti, che ci vede a fianco del comitato “Vota SI per fermare le trivelle” promosso da Legambiente come a tutti i comitati, associazioni e singoli cittadini che si mobiliteranno per raggiungere il quorum e fare informazione a favore del si.

Perché questa non è mediocre lotta politica interna ad un partito, né un mezzo di volata da campagna elettorale per giovani democratici. Ma è il primo importante passo che potrà condurci fuori dalle vecchie logiche fossili, verso l'innovazione del nostro sistema produttivo, verso l'economia circolare, la tutela di un territorio più pulito e sostenibile che è al contempo risorsa ambientale ed economica. E noi di Gallipoli lo sappiamo bene.

Attivisti del comitato di volontariato NO Triv Gallipoli"

22 commenti

Venditori di fumo

"Continuiamo ad assistere giornalmente a dichiarazioni di forze politiche di sinistra che vantano di aver risolto l'emergenza"

Visite 312 Approvato nel febbraio del 2016

Riordino ospedaliero, attivisti 5 stelle: “No a scelte calate dall’alto"

"Pensiamo che l’unica soluzione opportuna, in vista di questo accorpamento funzionale, sia quella di mantenere e potenziare la parte acuta su Gallipoli e spostare la degenza a lungo termine su Casarano. Ma, è bene ricordarlo, ci opporremo in ogni modo al depotenziamento o addirittura alla soppressione di un ospedale che è il punto di riferimento per l’intera fascia ionica e per la mole di turisti che tendono, ormai, a destagionalizzare il loro soggiorno”.

Visite 341 Approvato nel gennaio del 2016

Piano di riordino sanitario: la Regione non soddisfa i bisogni dell’utenza

Gli attivisti del MoVimento5stelle di Gallipoli e di Casarano insieme al Consigliere Regionale M5S, Antonio Trevisi, hanno chiesto ed ottenuto un incontro con il direttore generale dell'Asl Lecce, Silvana Melli, che si terrà il prossimo 4 gennaio presso gli uffici dell'Asl di Lecce, circa gli ultimi sviluppi del piano sanità del presidente Emiliano, con particolare riferimento agli ospedali civili di Gallipoli e Casarano.

Visite 461 Approvato nel dicembre del 2015

Controllo e trasparenza in Comune. Minerva e M5S puntano sull’Osservatorio

"Il Movimento5stelle a Gallipoli non esiste.

Solo gli eletti o i candidati, questi strettamente nel periodo elettorale, possono parlare per non e per conto del M5S.
La situazione a Gallipoli è insostenibile ma non mi arrendo. Ho intenzione di denunciare, speriamo questa volta non invano, l’uso scorretto del nome M5S da parte di alcune persone. Anche se lo fanno per iniziative che potrebbero sembra “buone”, voglio mettere alla luce la slealtà nel far passare l’idea che il movimento a Gallipoli sia rappresentato, e quindi abbia un eletto, soprattutto dopo la disavventura delle scorse amministrative.
Nelle foto degli articoli di giornale e dai post (https://m.facebook.com/story.php…) che l’opposizione in Consiglio Comunale, rappresentata con tre consiglieri da Gallipoli Futura, si deduce una convergenza tra il sindaco Minerva (PD) ed il M5S a proposito del fumoso Osservatorio sulla legalità.
Si tratta di una struttura inibita al cittadino perché accessibile solo ad enti ed istituzioni rappresentate da sindaco e consiglieri. “Il Sig. Sindaco, da uomo di apparato coglie nell'idea del Movimento 5 stelle, l'ingenuità di una costruzione barocca del controllo e della legalità…Vede bene una specie di Commissione che definisce "Osservatorio". Piace la funzione di osservazione, a queste persone e agli amici di 5 stelle, fa osservare, ma non fa toccare e sfiorare neanche il pensiero di una valutazione, gli fa osservare come si osservano i fenomeni, astronomici, da lontano, per non snaturare il sistema di illegalità che ha già corposamente alimentato. E i grillini sono contenti al cospetto delle stelle”, questo dicono i consiglieri dell’associazione civica Gallipoli Futura nei confronti del M5S.
Tutti, a cominciare dai portavoce del movimento, dovrebbero fare attenzione all’uso del nome M5S da parte di un gruppo di persone che ha contribuito affinchè il M5S non si presentasse all’ultima tornata elettorale. I cittadini di Gallipoli non hanno trovato il logo pentastellato sulla scheda al momento del voto. Ora invece lo trovano “magicamente” scritto sulle pagine dei giornali ed affiancato a quello del Pd.
Chi usa il nome ed il logo, anche se leggermente modificato, del m5s non essendo un eletto o un candidato commette un abuso secondo il regolamento della stessa organizazione politica approvato da poco e può essere espulso."

4 commenti

Comitato No-Triv Gallipoli in campo. Parte la mobilitazione referendaria

"Questo è il comunicato completo del comitato di volontariato NO Triv di Gallipoli:

Abbiamo formato un gruppo attivo sul territorio, il "Comitato volontario No triv Gallipoli", senza loghi e bandiere, aperto a tutti, che ci vede a fianco del comitato “Vota SI per fermare le trivelle” promosso da Legambiente come a tutti i comitati, associazioni e singoli cittadini che si mobiliteranno per raggiungere il quorum e fare informazione a favore del si.

Perché questa non è mediocre lotta politica interna ad un partito, né un mezzo di volata da campagna elettorale per giovani democratici. Ma è il primo importante passo che potrà condurci fuori dalle vecchie logiche fossili, verso l'innovazione del nostro sistema produttivo, verso l'economia circolare, la tutela di un territorio più pulito e sostenibile che è al contempo risorsa ambientale ed economica. E noi di Gallipoli lo sappiamo bene.

Attivisti del comitato di volontariato NO Triv Gallipoli"

22 commenti
  • Invio contenuti (generico): 20 Contenuti inviati
  • Commenti generici: 100 commenti
LeccePrima è in caricamento