Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aeroporto Lecce-Lepore, giornata di apertura al pubblico salentino

Lo scalo è affidato alla gestione della Fly Mediterraneo

 

SAN CATALDO (Lecce) La Fly Mediterraneo srl ha organizzato per la giornata di oggi una giornata di apertura al pubblico per l'aeroporto Lecce-Lepore, di cui la stessa società detiene la gestione. Un aeroporto che è tornato in attività il 15 giugno 2019, dopo oltre cinque anni di stop.

Nei pressi di San Cataldo, tra l'agro di Lecce e di Vernole, questo aeroporto privato segue il regolamento ENAC, con le Ordinanze 4/19 e 5/19 della Direzione Aeroportuale Puglia-Basilicata. È stato posto in vigore il Regolamento di Scalo e il Piano di Emergenza determinando dal 15 giugno scorso la riapertura ufficiale dell’aeroporto.

In attesa di poter perfezionare e rendere operativo un servizio di aereo-taxi, anzitutto per le tratte con la Grecia, ad oggi l’infrastruttura è aperta al traffico aereo di aviazione generale non commerciale con limitazione di 5700 kg di MTOW e passeggeri inferiori a 10. Ha una pista di circa 614×30 m con il codice di riferimento infrastrutturale 1A e il servizio antincendio classificato come presidio. Il nuovo canale assegnato per le esigenze di aviazione generale è 118.880 con spaziatura a 8.33 kHz. La Fly Mediterraneo ha intenzione dicontinuare ad investire su questo piccolo aeroporto ed ha già programmato ulteriori interventi di ampliamento. 

Abbiamo ascoltato il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, il Presidente Fly Mediterrareo srl Ferdinando Petrelli e l'archietto Giovanni Cantatore, progettista e responsabile dei lavori di riadeguamento dell'aeroporto. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccePrima è in caricamento