Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La direttrice avverte: “Non vivrete solo i vestiti, farete un’esperienza”

Maria Grazia Chiuri, alla vigilia della sfilata di Dior, ha incontrato la stampa locale

 

LECCE- E’ stato scelto l’atrio dell’ex Convento dei Teatini per la prima apparizione pubblica e ufficiale della direttrice creativa della maison Dior, Maria Grazia Chiuri: una lunga conferenza stampa nella quale ha tratteggiato il senso creativo della cruise collection che approda per la prima volta in Italia, e raccontato la passione per il lavoro e la terra cui si sente indissolubilmente legata.

“Vorrei rinnovare, ribadire e confermare il sincero sentito ringraziamento a Maria Grazia per aver scelto Lecce per questo appuntamento" ha esordito il primo cittadino Carlo Salvemini, molto impegnato a garantire il massimo supporto logistico per una serata milioni di occhi, in tutto il mondo, saranno puntati su piazza Duomo. “Ogni volta che si entra a Palazzo Carafa non si usa la parola evento, ma questo lo è nel senso di essere un appuntamento fuori dall’ordinario", ha aggiunto riflettendo sul fatto che la città si prepara ad affermare un proprio ruolo sulla ribalta globale.

Ore concitate precedono l’evento più glamour dell’anno che. “Per noi si parla sempre di progetto - ha garantito la direttrice creativa - perché durante i nostri show internazionali invitiamo i nostri clienti a partecipare agli eventi culturali che promuoviamo sul territorio, per farlo conoscere. Così come abbiamo fatto a Los Angeles e a Marrakech”. Purtroppo il tempo del Covid-19 non ha permesso anche in questa occasione di portare in tour i clienti della maison e giornalisti internazionali, ma è stato realizzato ugualmente un tour virtuale grazie alla collaborazione dell’influencer Chiara Ferragni. “Noi non facciamo vivere solo i vestiti, ma un’esperienza a tutto tondo e voglio sottolineare che non è mancata la volontà di interloquire con i giornalisti, ma è il codice della comunicazione aziendale che permette di parlarne solo poche ora prima”.

Qui l'articolo completo

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccePrima è in caricamento