rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022

Il treno storico "incrocia" la rotta salentina dei pellegrini

OTRANTO - Il convoglio storico delle Ferrovie dello Stato ha accompagnato, da Otranto a Gagliano, il tratto conclusivo della staffetta della “Marcia Europea della Via Francigena-Road to Rome 2021”. Un cammino lungo 3.268 chilometri iniziato il 15 giugno a Canterbury, in Inghilterra e che è terminato oggi con l’arrivo a Santa Maria di Leuca. Questa mattina, dalla stazione ferroviaria di Otranto il treno storico è partito alla volta di Gagliano del Capo. Il viaggio è durato all’incirca un’ora e mezzo.

Come da programma annunciato a bordo c’era anche il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia insieme all’assessore alla Cultura e al turismo della Regione Puglia, Massimo Bray, al presidente dell’associazione europea delle Vie Francigene, Massimo Tedeschi, al presidente vicario della Fondazione Fs Liberio Andreatta, e ai rappresentanti istituzionali di Inghilterra, Francia, Svizzera e Italia e delle regioni che compongono la Via Francigena. Oltre al direttore generale della Fondazione FS Italiane, Luigi Cantamessa che ha sottolineato la necessità di investire sul recupero dei treni d'epoca per la promozione turistica.

Leggi qui l'articolo 

Video popolari

Il treno storico "incrocia" la rotta salentina dei pellegrini

LeccePrima è in caricamento