rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022

Festa ma anche commemorazione, tra passato e presente le ragioni dell'impegno civile

In piazza dei Partigiani la cerimonia per il 77esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo, con il pensiero rivolto alla guerra in Ucraina

LECCE - L’anniversario della Liberazione, a Lecce, è stato oggi celebrato con grande partecipazione di cittadini e istituzioni nel segno del comune intento a ricordare i sacrifici che sono alla base della democrazia , della libertà  e della pace “sempre doverosa e possibile” come ha ricordato qualche giorno fa il nostro Presidente Sergio Mattarella, parlando all’Università di Trieste,  “in un momento in cui riesplodono gli egoismi nazionale” e che, come sottolineato dalle Autorità presenti, ci vede impegnati nel tentativo di far prevalere il dialogo e soluzioni politiche.

(qui l'articolo completo)

Proprio con il primo intervento della giornata, della giovanissima Sindaco del Consiglio comunale dei ragazzi di Lecce, Fatima Baig, è stato ricordato l’impegno dei giovani patrioti della Resistenza che ha portato alla Liberazione del nostro Paese verso la democrazia e il rispetto dei diritti, confermando così il fondamentale ruolo dei contesti educativi e scolastici che, sin dai primi anni, possono insegnare i valori costituzionali più alti. Al termine della cerimonia, il Prefetto ha citato ancora le parole del Presidente della Repubblica nell’intervento del 22 aprile scorso, ricordando che “la Libertà non è mai acquisita una volta per sempre e che per essa, occorre sapersi impegnare senza riserve”.

Si parla di

Video popolari

Festa ma anche commemorazione, tra passato e presente le ragioni dell'impegno civile

LeccePrima è in caricamento