rotate-mobile

Antica tettoia ed edifici moderni, ecco il nuovo volto di piazza Schipa

LECCE - Questa mattina, in conferenza stampa, è stato presentato il nuovo progetto esecutivo relativo al parcheggio interrato dell’ex Caserma Massa e al recupero di piazza Tito Schipa. Qui sarà realizzato un centro commerciale e direzionale. Dopo un'attesa lunga di quasi 18 anni e una sfilza di contenziosi e complicazioni che avrebbero scoraggiato probabilmente chiunque, sono stati sciolti tutti i nodi e il cantiere, come anticipato dall'ingegner Sergio De Nuzzo, titolare dell'omonima impresa, partirà all'inizio di settembre.

In una commistione di moderni edifici e tradizione, previo restauro, sarà riposizionata la tettoia liberty un tempo addossata alle mura del Castello Carlo V e sotto il quale si svolgeva il mercato. Rappresenterà la principale opera di valorizzazione architettonica. La nuova piazza sarà attraversata da percorsi pedonali, spazi di relazione all’aperto e nuovo verde pubblico. L’edificio principale sarà strutturato su più livelli, secondo quote destinate alle diverse funzioni.

All’area mercatale di proprietà del Comune, che si estenderà per 1.582 metri quadrati, si accederà tramite scale e ascensori dalla retrostante piazzetta, contigua a via Nazario Sauro, dove si affaccerà la facciata retrostante dell’immobile, aperta al passaggio pedonale, destinata a fare da “cerniera” tra il mercato coperto e il centro commerciale e tra la città moderna e il centro storico. Sul lato che affaccia su Palazzo Tamborrino, si collocheranno i locali destinati a bar/ristorante. Il parcheggio interrato su tre piani ospiterà in tutto 466 posti auto: vi si accederà da via Cavallotti, con uscita sulla stessa via. Sarà destinato a servire il centro commerciale e il complesso del centro città.

Il recupero della tettoia liberty

Sulla tettoria liberty sono previsti lavori di consolidamento e restauro. Le porzioni di maggior pregio saranno recuperate e riprodotti gli elementi che risultano irrecuperabili. Le trenta colonne in ghisa saranno restaurate rinforzate, così come le capriate, le mensole, i tralicci, gli arcarecci di collegamento tra le capriate, il tettuccio metallico. L’intervento si completerà con il montaggio e la posa in opera del manto di copertura che si divide in una porzione vetrata, composta da serramenti in acciaio e vetro, e da una porzione di manto di copertura in tegole in Ardesia ceramica tipo “Ardogres”. 

Qui le dichiarazioni in conferenza stampa

Video popolari

Antica tettoia ed edifici moderni, ecco il nuovo volto di piazza Schipa

LeccePrima è in caricamento