Martedì, 27 Luglio 2021
Casarano

I servizi sociali gli negano i soldi. Un 49enne scaraventa computer dal primo piano

E' accaduto nel tardo pomeriggio presso la sede del Comune di Taurisano. L'uomo, affetto da invalidità e senza lavoro, si è rivolto ai dipendenti per una richiesta di aiuto. Davanti al diniego, ha afferrato alcuni apparecchi tecnologici dell'ufficio, lanciandoli in strada

Il commissariato di Taurisano

TAURISANO – Le case di Taurisano distano soltanto alcuni chilometri da Casarano dove, nel pomeriggio di lunedì, un ex operaio ha tentato di togliersi la vita, dandosi fuoco nel chiostro della sede comunale, in piazza San Domenico. Un’altra vittima della disoccupazione, intorno alle 18,30, ha raggiunto il municipio di Taurisano. Non era munito di liquido infiammabile, e questo è già un pallido sollievo. Ma la sua richiesta non era meno esasperata: “Datemi dei soldi o un lavoro”.

Queste le parole che ha pronunciato – forse in più di un’occasione- davanti ai dipendenti comunali del settore Servizi sociali. Ma davanti all’ennesimo diniego e alle condizioni economiche non proprio paradisiache in cui versano glie enti locali, S.D., di 49 anni, affetto da invalidità fisica, non ci ha visto più.

Ha cominciato ad inveire contro i dipendenti comunali e, in preda alla rabbia, ha afferrato dapprima una tastiera, scaraventandola giù dal primo piano, per poi lanciare anche una stampante e lo schermo del computer dell’ufficio. Giunti sul posto gli agenti di polizia del commissariato locale, piuttosto preoccupati anche dal precedente di due giorni prima presso il municipio casaranese, hanno calmato l’uomo, allertando anche i sanitari del 118. Affidato al fratello e riaccompagnato poi presso la propria abitazione, il 49enne è stato denunciato per minacce e danneggiamento aggravato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I servizi sociali gli negano i soldi. Un 49enne scaraventa computer dal primo piano

LeccePrima è in caricamento